Utente 243XXX
Gentili dottori,
ho 24 anni e da almeno 10 anni soffro di continue faringiti e faringotonsilliti. Per ‘continue’ intendo che circa una volta al mese ho il riacutizzarsi del dolore faringeo. Durante questi episodi ho sempre bruciore e prurito alla gola e alle tonsille, dolore e ingrossamento dei linfonodi cervicali (che in realtà rimangono palpabili sempre, specie gli angolomandibolari…), qualche volta tosse secca.
I sintomi scompaiono in genere dopo circa 4 giorni senza terapia (se non a volte l’assunzione di paracetamolo); ma quando perdurano e sono particolarmente intensi sono costretta a prendere antibiotici (amoxicillina+ac. clavulanico per 5gg), e questo succede almeno una volta all’anno.
In queste occasioni eseguo sempre anche il tampone faringeo, che in genere è negativo. Segnalo solo che a 17 anni ho avuto la mononucleosi e a 21 faringite da streptococco beta emolitico di gruppo B (-> clavulin x 10 gg).

In più anche nei periodi liberi da episodi acuti continuo ad avvertire spesso lieve prurito o fastidio alla gola (che mi causa una perenne tossetta secca stizzosa), oppure dolore o ingrossamento linfonodale. Anche la mia laringe a volte è problematica. Normalmente non avverto alcun fastidio, ma se mi capita di parlare più di mezz’ora senza interruzioni (es. leggendo un libro a voce alta), la laringe comincia a fare male e devo fermarmi.

La mucosa faringea è pressoché costantemente iperemica, tantoché a 16 anni il medico mi chiese se fumassi (mai fumato in vita mia). Le tonsille sono criptiche, intraveliche, su quella sinistra c’è da sempre (per quanto possa ricordare) una macchia più chiara in rilievo, con margini frastagliati ma ben delimitati, su cui nessun medico ha mai fatto considerazioni. Da circa un mese accanto a questa macchia se ne è aggiunta un’altra simile, più piccola.

Ho fatto due visite otorinolaringoaitriche (a 15 e 19 anni), dove mi sono state prescritte: 1)PROVE ALLERGOLOGICHE: nelle precedenti, fatte a circa 11 anni, risultavo allergica agli acari della polvere, e tutt’ora la polvere mi provoca un lieve prurito al naso, ma sono risultati negativi sia i prick test che il dosaggio delle IgE. 2)ECOGRAFIA DEL COLLO: tutto nella norma, tiroide normale, linfonodi reattivi non patologici. L’ecografista mi disse anche che nel lobo destro della tiroide c’è una struttura che secondo lui è una paratiroide ectopica, ma non lo segnalò nel referto. 3)ANALISI DEL SANGUE: ripetute varie volte nel corso degli anni, tutti i valori sempre nella norma (compresa la funzionalità tiroidea), tranne: #Colesterolo totale e trigliceridi sempre leggermente sotto range (situazione mai indagata). La mia alimentazione è normalissima (un po’povera di frutta e verdura), e il mio peso stabile. #Emocromo: da sempre ho MCV e MCH leggermente sotto il range. L’emoglobina tende ad essere bassina (intorno a12,1) ma non fuori range (12,0-16,0), così come la ferritina (mai salita sopra 12; v.n.: 11,0-306,8) e acido folico (3,3 ; v.n. 3,0-20,0); situazione attribuita a mestruazioni abbondanti e prolungate.

Non soffro di nessuna patologia, non bevo, non fumo, non assumo farmaci.

Mi scuso per aver scritto così tanto, ma non ne posso più di questo problema, e nessuno mi ha mai dato indicazioni per risolverlo, o quanto meno attenuarlo. Esiste un modo? Farmaci, consigli alimentai, tonsillectomia, qualunque cosa…
Da poco ho letto un articolo sulla MRGE. Non ho né pirosi retrosternale, né reflusso acido, ma sembra che possa manifestarsi anche con i miei sintomi.

Spero tanto in un vostro aiuto, grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sono d'accordo con Lei.

Indagherei (faccia una visita gastroenterologica) per un eventuale sindrome da REFLUSSO GASTROESOFAGEO.
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio.