Utente 242XXX
salve, chi può spiegarmi un pò in cosa consiste il drenaggio post cardiochirurgico ??? so benissimo quello pleurico, ma questo cardiaco non riesco proprio a capirlo. vorrei delle delucidazioni su posizione, caratteristiche, scopo e tempi di permanenza.. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Dopo un intervento cardiochirurgico a causa di una eccessiva reattività dei tessuti, della persistenza di sanguinamento o magari per una eccessiva anticoagulazione, si puo' sviluppare un versamento pericardico che comprimendo sulle cavità cardiache può inficiare l'emodinamica del paziente. In alcuni casi una terapia medica (antinfiammatori, diuretici, cortisonici) non e' sufficiente e può rendersi necessario rimuovere il versamento (in questo caso si parla di versamento pericardico tamponante o pretamponante).
L'accesso subxifoifdeo a livello del terzo inferiore della pregressa cicatrice, può bastare nella stragrande maggioranza dei casi per raggiungere il pericardio, aspirare il liquido e posizionare un drenaggio che rimane in sede per 24 - 48 ore.
Altre volte in presenza di versamenti saccati, corpuscolati o posteriori, può essere necessario riaprire lo sterno del paziente per rimuovere il problema.
Cordialmente
GI
[#2] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
quindi verrà inserito in sede un drenaggio in aspirazione ? grazie dell'ottima spiegazione. davvero soddisfacente. distinti saluti
[#3] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
poi...tra mioglobina, troponina e creatina-chinasi quale considera più specifica come marcatore per infarto del miocardio ????

infine......ho una minima insufficienza valvolare con arching del lembo anteriore (23 anni) che mi devo aspettare in un lontano futuro ???

grazie mille dottore
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Il drenaggio si mette in aspirazione.

Troponina

Nulla..

GI
[#5] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
salve dottore, le info che le ho chiesto riguardavano l'intervento di mio padre, riuscito bene lo scorso venerdi. ha avuto un piccolo problema di scoagulazione con INR a 1,75 che ha avuto ripercussioni sul drenaggio (circa 600 ml di sangue in breve tempo). cio ha causato il nuovo ingresso per "revisione in camera operatoria".. però ora va meglio.. ma senta, lui ha valvola aortica meccanica e vorrei sapere quale sarà il suo valore di INR che dovrà mantenere nel corso della terapia anticoagulante, per prevenire formazioni di trombi intorno la stessa valvola ??? grazie dottore
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
L'INR da mantenere in caso di protesi aortica meccanica e' tra 2,5 e 3. Nel caso in cui l'INR sia inferiore a 2, e' necessario aggiungere eparina a basso peso molecolare sottocute.

GI
[#7] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
grazie dottore... senta io ho paura di un fattore ereditario, poichè io già a 23 anni ho una minima insufficienza valvolare (non ricordo quale valvola) con arching di un lembo.. che devo aspettarmi ????
[#8] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Viva serenamente! E' molto probabile che la sua valvola comtinui a funzionare perfettamente come sta facendo adesso!
GI
[#9] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
dottore salve. un pz tizio vive a 40 minuti dal piu vicino ospedale.il pz ha una protesi meccanica aortica, che fa terapia anticoagulante a vita. so che ci potrebbe essere il rischio di qualche emorragia, e quindi nel caso di un paziente lontano da un pronto soccorso, mi sa dire se esiste un farmaco "di emergenza" da tenere a casa in caso succedano queste cose ??? che so, qualcosa come vitamina k o fattori della coagulazione che in questi casi vengono iniettati per contrastare l'emorraggia, senza dover ricorrere ad arrivare forse già tardi nell'ospedale piu vicino ???
[#10] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
In situazioni di questo tipo e' sempre indicato recarsi presso un pronto soccorso evitando il fai da te. Di trombosi su protesi si può morire con molta più facilita che di shock emorragico!

GI
[#11] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
è stato molto chiaro come sempre...grazie