Utente 240XXX
Gent.mi professori,
mia madre da qualche settimana soffre di vomito dopo i pasti, anche tre volte a settimana. Ora si nota sull'addome un bozzo. Dopo un ecografia il medico ha diagnosticato "verosimile ernia epigrastrica".
I sintomi dell'ernia epigastrcica quali sono?
Per essere sicuru che la casusa sia questa ernia e della sua presenza cosa fare?
Ci sono particolari cure?
L'intervento si deve fare per forza?
Cosa provoca?
In caso di pericolo grave per la vita manifesta sintomi?
Grazie per l'attenzione prestata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Una tumefazione in genere riducibile in epigastrio.La terapia e' chirurgica.Auguri!
[#2] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, con i limiti ovviamente di una valutazione a distanza di ciò che ci rappresenta, rispondendo per ordine, i sintomi da tenere in considerazione sono quelli dello strozzamento che impongono un intervento d'urgenza, attualmente non presenti: dolore intenso, durezza della tumefazione non più riducibile in addome, vomito con cambiamento del colore del contenuto sempre più scuro con il passare delle ore e resistente a qualsiasi terapia farmacologica. Sulla causa dei sintomi della mamma, vomito postprandiale e di una sicura correlazione con l'ernia, dovrebbe esprimersi un chirurgo dopo la visita diretta, indipendentemente dall'ecografia. La cura è ovviamente solo chirurgica e l'intervento pensando ad una donna anziana, è indispensabile in caso di eventuale strozzamento dell'ernia con ansa intestinale al suo interno e quindi causa del vomito. In caso di strozzamento dell'ansa intestinale, l'ernia provoca occlusione intestinale con successiva possibile perforazione del viscere ed evoluzione verso il peggioramento ulteriore della situazione se non s'interviene chirurgicamente. I sintomi di pericolo grave per la vita sono quelli sopra descritti dello strozzamento di un'ansa intestinale.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Graze veramente di cuore per la rapidità e dettagliata risposta.
[#4] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Come può capire ancora siamo alla rixcrca di una diagnosi sicura, m in caso di strozzamento rischia la vita? come faccimo a capire s il caso di intervenire subito chirurgicamente? i tempi sanitari da noi sonop lunghi la visita chrurgica è fissata lunedì'
scusate l'ansia
[#5] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile signora, se i sintomi come le è stato descritto peggiorano e quindi si rischia la vita se non s'interviene d'urgenza, ovviamente non dovrà aspettare la visita chirurgica fissata, ma dovrà recarsi al Pronto Soccorso del suo Ospedale di riferimento, dove sua madre sarà visitata tempestivamente.
Cordiali saluti.