Utente 212XXX
Buongiorno dottore,
a giugno 2011 sono stato sottoposto ad un intervento di dearterializzazione emorroidaria transanale doppler guidata con esito positivo. Sono scomparse le emissioni liquide, anche sotto sforzo muscolare di cui ero affetto.
Ora, a distanza di mesi, trovo la zona anale, umida soprattutto quando ho il bisogno di una evacuazione . Gradirei sapere se ciò è normale. La mia terapia, oltre a quella di bere almeno 1.5 litri di acqua al gg - che non riesco sempre a fare - consiste nell'assumere arvenum compresse 500 mg per ca 20 gg al mese a mesi alterni. Gradire sapere i disturbi di cui soffro sono normali o se posso fare ancora qualcosa.
Grazie e cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, a parte gli episodi di stipsi che credo con l'alimentazione adeguata si cerchi di tenere sotto controllo, è possibile che la sua situazione emorroidaria con la dearterializzazione doppler guidata sia migliorata ma non corretta del tutto, oppure può esserci stata un'evoluzione del prolasso emorroidario che in qualche modo con la terapia consigliatole si cerca di gestire. Ritengo possa essere utile una rivalutazione dal proctologo che l'ha trattata segnalando questi fastidi ed insieme decidere sul da farsi o solo dal punto di vista delle abitudini alimentari e comportamentali oppure dal punto di vista strettamente terapetico.
Cordiali saluti.