Utente 243XXX
Salve, ringrazio anticipatamente per il tempo che mi vorrete dedicare.

Inizio con la descrizione del problema:

Nell'ultimo periodo mi è capitato 2 o 3 volte, mentre mi trovavo alla stadio (con una temperatura all'interno dello stesso di circa 0°- 4°), di essere colpito dai seguenti sintomi: progressivo indolenzimento al braccio sinistro e sensazione che lo stesso braccio si stia raffreddando, lieve sudorazione, capogiri, freddo e rigidità generalizzati: quando i sintomi si facevano più intensi e difficilmente sopportabili sono dovuto uscire e guidare con fatica fino a casa dove, con il calore, sono lentamente migliorati.
Nel momento in cui i sintomi si facevano più intensi e mentre guidavo per andare a casa ho notato anche un forte stato di angoscia come se i sintomi che avvertivo significassero che mi stesse per succedere qualcosa di grave.
Aggiungo che sono una persona molto ansiosa e che, per un certo periodo, ho condotto uno stile di vita non regolare (mangiare male, dormire in orari non consoni, zero attività fisica) anche se ora sto cercando di migliorare il mio stile di vita; non ho tuttavia mai avuto sintomi di questo tipo, anche in altri periodi della mia vita in cui sono stato maggiormente colpito dall'ansia e mi sto chiedendo se sia necessario ricorrere ad una visita cardiologica.

Ringrazio nuovamente per l'attenzione,

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi sintomi non sembrano francamente esser dovuti ad una alterata attività cardiaca, ma bensì ad uno stato ansiogeno o ad una alterata sfera emotiva. Si consulti magari anche con il curante, visto che le parole hanno sicuramente una maggiore efficacia di qualsiasi consulto on line.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la celere risposta,

ho fatto come lei mi ha consigliato e sono andato dal mio medico curante il quale ha dato il suo stesso responso: probabilmente si tratta di uno stato ansiogeno. Mi ha però prescritto una visita cardiologica con ECG per escludere una patologia organica. Devo dire che sono contento di eseguire una visita specialistica in quanto, in caso di esito positivo, starò sicuramente più tranquillo.

Saluti