Utente 243XXX
Buonasera, inizio col complimentarmi per il grande lavoro che svolgete con tanta passione.
Probabilmente la domanda risulterà un po' ovvia.
Ho quasi 20 anni, non ho problemi di peso, sono uno studente universitario e non pratico attività fisica da molto tempo (quasi un anno) per via dell'università.
Qualche giorno fa, abbiamo organizzato una partita di calcetto tra amici. Io ovviamente partecipo. Non avendo un minimo di allenamento, ne riscaldandomi inizio in maniera molto brusca. Dopo circa mezzora, inizio ad avvertire capogiri e formicolii sulle punte delle dita. Tali sintomi mi costringono a interrompere la partita. La cosa mi spaventa e da inizio al circolo vizioso dell'ansia.
Da precisare che, essendo un tipo abbastanza ansioso e ipocondriaco, ho fatto molti controlli al cuore. Da bambino li feci per poter svolgere attività in palestra, e all'età di 17 anni fui ricoverato al Pronto Soccorso (causa attacco di panico) dove mi fecero ben 6 ECG per l'eccessiva tachicardia (sinusale mi dissero) dovuta allo spavento. In seguito a quest'episodio feci una visita cardiologica dove non fu riscontrato nulla di anomalo.

Quello che mi chiedo è: la sintomatologia può essere dovuta a problemi di natura cardiaca, o semplice calo di zuccheri?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi sintomi possono esser legati ad una banale dissuefazione all'allenamento fisico, ma non di certo ad un'alterata attività cardiaca.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille Dr. Martino