Utente 236XXX
gentile dottore,
sono in terapia da 2 mesi con paroxetina da 20 mg ,per uno stato depressivo. Da quando l'assumo ho riscontrato anomalie dell'eiaculazione,nel senso che il liquido seminale si presenta notevolmente ridotto,rispetto prima dell'assunzione del farmaco, ed in inoltre anche la consistenza e' cambiata,sembra che mi fuoriesca solo del liquido prostatico dii colore opaco,e non piu' bianco e denso come prima.
La mia paura e' se questo farmaco possa rendermi sterile, ed annullare la produzione degli spermatozoi. vorrei per piacere un suo parere.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la paroxetina può ritardare l'eiaculazione rendendo più durevole il rapporto.

consideri quindi che la quantità di liquido seminale eiaculato può apparire di quantità ridotta perchè la stessa eiaculazione può essere più contenuta.

ricordi pure anche le minime interferenze sugli ormoni che agiscono sulla qualità dei rapporti.

utile parlarne di persona con lo specialista magari con uno spermiogramma.

cordialità