Utente 238XXX
Spett.li Dott., scrivo per segnalarvi un problema. Circa un anno e mezzo fa ho smesso di fumare (fumatore accanito). Da allora nonostante alcuni sforzi dietetici il mio peso è sempre aumentato: sono alto 1,68 e ad agosto 2010 pesavo 62 kg ora 80. Premesso che faccio un lavoro sedentario, non faccio sport, salvo 15 km al giorno di bicicletta per recarmi al lavoro. Non amo verdure e consumo molta birra.
Ho provato recentemente a diminuire il contenuto calorico dei miei pasti eliminanndo birra, pasta, pane e dolci e inserendo frutta e verdura. Non ho perso neanche un etto. Premetto che da una anno faccio uso di antidepressivi (citalopram) e benzodiazepine. Le mie analisi del sangue non presentano evidenti anomalie salvo il Glucosio costantemente al limite (109/110). Vorrei dimagrire e col tempo tornare ai miei 63 kg che ritengo un peso ideale ma non so da dove cominciare. Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,
l'aver smesso di fumare (ha fatto comunque bene!) associato all'utilizzo di antidepressivi, potrebbe aver influito sulla normale attività metabolica che fino a quel momento Le impediva di ingrassare...pur bevendo birra e non consumando verdure.
Ha fatto bene, quindi, ad eliminare dalla Sua dieta bevande alcoliche e dolci, ma non può privare il Suo organismo dai carboidrati complessi (pasta, pane), per ovvi motivi.
Se nonostante tutti i Suoi buoni propositi in merito non ha ottenuto dei risultati evidenti, dovrebbe rivolgersi ad un Nutrizionista per rimettere ordine nella Sua alimentazione e, contemporaneamente, poter perdere peso.

Intanto, per ulteriori approfondimenti, La invito alla lettura dei seguenti articoli:

http://www.medicitalia.it/serafinopietromarcolongo/news/945/Cibo-e-salute

http://www.medicitalia.it/minforma/scienza-dell-alimentazione/327-dieta-benessere.html

Se vuole, mi aggiorni pure.
Cordialmente.