Utente 204XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni, volevo chiedervi una delucidazione su un problema di cui non riesco a definire l'entità. Due anni e mezzo fa sono stato operato di corporoplastica secondo Nesbit in struttura privata da un noto chirurgo a Roma. Ora, a distanza di due anni, noto esattamente nella zona in cui erano stati applicati i punti interni, un piccolo rigonfiamento, (una sorta di placchetta) duro al tatto ma che non provoca alcun tipo di dolore o fastidio, del diametro di un centimetro circa. L'entità dell'incurvamento (laterale sinistro congenito) era importante e ora noto anche una curvatura residua di all'incirca poco meno di 20 gradi sempre verso sinistra. Inoltre il pene è leggermente ruotato sul suo asse. Per un anno, dopo l'intervento ho avuto rapporti normali. Sono tornato a farmi visitare dallo stesso chirurgo di recente il quale mi ha detto che il pene era in ottima forma e godeva di grande elasticità. Il problema è che tale piccola placca si può notare solo quando il pene è in erezione. Ho chiesto anche un altro parere andrologico per sicurezza e anche questi ha detto le stesse cose ma mi ha prescritto un "Fic Test con Caverject" per sicurezza. Volevo farvi tre domande:

1) Cos'è quella placchetta? Una reazione fibrotica/cicatriziale ai punti? Cosa può comportare?

2) Premettendo che un incurvamento residuo di 20 gradi circa non mi crea problema psicologico, può comunque creare problemi di penetrazione? mi sentirei veramente morire se dovessi ripetere quell'operazione!

3) Il Fic Test è pericoloso? Ho letto di conseguenze devastanti (Priapismo etc) e dato che sono giovane sono un po' spaventato.

Grazie infinite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la correzione dell'incurvamento sec. Nesbit può "lasciare" un residua curvatura quasi necessaria proprio per la tipologia di tecnica. tuttavia se non interferisce con la funzione penetrativa, può non esser corretta come la stessa deformità di torsione.

la placca che sente può esser legata ai punti- anche se improbabile dopo tutto il tempo trascorso.

il test con FIC è eseguibile in mani esperte ma teoricamente ha il rischio di attivare un'erezione meccanica fin troppo esuberante che il medico può riconoscere e trattare, per cui non si preoccupi.

utile proseguire col percorso diagnostico proposto.

cordialità