Utente 240XXX
Gentile Dottore,
La ringrazio in anticipo per la cortese risposta che certamente vorrà fornirmi.
Nel gennaio 2011 io e mio marito ci siamo sottoposti ad esami dato che non riuscivamo ad avere un bambino neanche con rapporti mirati nei giorni dell’ovulazione. Mentre io sono risultata perfettamente a posto a lui è stata diagnosticata una oligoastenozoospermia seria per la quale si è sottoposto a diverse cure:
Dal 01.02.11 al 30.04.11 Gonasil + Fostimol U.I./1 ml intramuscolo
Dal 27.06.11 al 08.07.11 1 capsula di Profertil + ½ Clomid 50 mg al giorno
8.07.2011 Intervento di Varicocele bilaterale (quinto grado a sx e secondo a dx)
Dal 09.07.11 al 05.09.11 2 capsule di Profertil + ½ Clomid 50 mg al giorno
Dal 05.09.11 al 11.09.11 2 capsule di Profertil + 1 Clomid 50 mg al giorno
Dal 12.09.11 al 18.09.11 2 capsule di Profertil + 1 + ½ Clomid 50 mg al giorno
Dal 19.09.11 al 08.10.11 2 capsule di Profertil + 2 Clomid 50 mg al giorno
Dato che con nessuna terapia abbiamo ottenuto miglioramenti come unica alternativa al miracolo ci è stata consigliata una FIVET-ICSI infatti il 13.10.11 ci siamo recati in un centro di Madrid.
Il 25.10.2011 sono stata sottoposta a pick-up e il 21.01.12 a tranfert di due blastocisti in quinta giornata (sono andata in iperstimolo e non ho potuto fare il tranfert subito dopo il pick-up).
Sono rimasta incinta subito di entrambi gli embrioni persi, poi, il primo alla 5 + 2 il secondo alla 7: per il secondo la ginecologa ha parlato di uovo chiaro (qui i pareri sono discordanti perché un altro ginecologo ha visto un embrione di 3.5 mm e anche un battito). Avendo subito un raschiamento dobbiamo di necessità attendere prima di poter ripetere un’altra FIVET così ci siamo documentati sulle possibili cause: ben due medici hanno ipotizzato che, essendo mio marito affetto da morbo di crohn del colon, uveite cronica di origine autoimmune e collagenopatia (assume regolarmente Sandimmun neoral 100 mg, Syntestan 5.0 mg, Azatioprina welcome 50 mg e Plaunac 10 mg ) il suo seme possa essere portatore di DNA o geni “imperfetti” (mi scusi il termine poco scientifico, avrà certamente capito cosa intendevano i suoi colleghi meglio di noi) che rendono di fatto l’embrione incompatibile con la vita e che, anche in caso di sopravvivenza causerebbero al bambino gravissime malformazioni.
Il loro suggerimento è stato di ritentare una Fivet, ma eterologa usando seme, sicuramente sano, di donatore.
Per me non ci sarebbe alcun problema, ma mio marito è perplesso e vorrebbe qualche certezza in più, per questo le chiedo se esiste qualche esame (a parte lo speriogramma) a cui si possa sottoporre per verificare lo stato delle cose e avere delle risposte un po’ più certe (premetto che anche io mi sottoporro in questi giorni a tutte le analisi per la poliabortività anche se è stata la mia prima gravidanza).
In secondo luogo le chiedo se anche lei, alla luce di quanto scritto e dello spermiogramma recentissimo che le riporto in calce concorda con i suoi colleghi circa la necessità di tentare un’eterologa
Vorrebbe, poi, cortesemente, spiegarci cosa significa “ipercellularità rotonda con polimorfo nucleati presenti”?
Nel caso possa essere di qualche utilità preciso che mio marito ha 47 anni.
Grazie per il suo illustre parere
Cordiali Saluti

Esame del liquido seminale del 17.03.2011 (giorni di astinenza 3-5)
ESAME MACROSCOPICO
Aspetto: Traslucido
Volume: 5 ml
pH: 8
Liquefazione a 60’: Completa
Viscosità: Normale
Consistenza: Normale
ESAME MICROSCOPICO
Motilità % (1 ora)
(a) Progressiva,rapida e lineare: 36
(b) Progressiva: 0
(c) In situ: 0
(d) Assente: 64
Concentrazione: 4.500.000/ml
Conta totale: 22.500.000/ml
Agglutinazione: Rara
Test all’eosina: 55%
Swim-up: Negativo
TEST IMMUNOLOGICI
Anticorpi anti spermatozoo: --
ESAME MORFOLOGICO (%) sec Kruger
Normali: 2
Dimorfismi lievi: 65
dimorfismi gravi: 33
Cellule rotonde: 22%
Leucociti (polimorfonucleati): 500.000
ANNOTAZIONI
---Oligoastenoteratospermia
-Ipercellularità rotonda con polimorfo nucleati presenti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

Il fattore maschile di infertilità sta assumendo negli ultimi anni un ruolo sempre maggiore nel contesto dell’infertilità di coppia. Per tale motivo oltre alla analisi dei parametri spermatici di base, quali il numero, la concentrazione e la morfologia degli spermatozoi, stanno progressivamente affermandosi ulteriori test volti ad analizzare il DNA spermatico ( Test di frammentazione del DNA) al fine di evidenziare eventuali alterazioni che possono interferire con i processi di fecondazione sia naturali che nel contesto di tecniche di procreazione assistita.

Per l'ipercellularità rotonda, non è preoccupante nel contesto, si può trattare o di leucociti o di cellule immature della linea germinale.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo Dott. Maretti,
la ringrazio per la sua celere risposta. Quindi Lei ci consiglia di effettuare questo test di frammentazione del DNA? Ne avevo sentito parlare vagamente, ma mi risulta che non si effettui in tutti i laboratori... Proverò a verificare se dove viviamo è possibile farlo.
Quindi tende ad escludere che la malattia di mio marito abbia a che fare con la negativa evoluzione della gravidanza e non è d'accordo su una Fivet eterologa, giusto?
Mi perdoni lo stupore, ma mi ero ormai rassegnata al contrario...
Le pongo, allora, un ultima domanda: secondo lei, alla luce dello spermiogramma di cui sopra, esiste qualche possibilità che possa rimanere in cinta naturalmente?
La ringrazio ancora per il suo illustre parere
Buonanotte e Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

parto dall'ultima domanda e le rispondo che l'esame del liquido seminale, di qualsiasi uomo, esprime un dato statistico e non la certezza o meno di concepimento.

E per finire, non potendomi permettere da questa postazione nessun giudizio in merito, le ho solo suggerito il test di frammentazione del DNA,
poichè elevati livelli di frammentazione del DNA spermatico sono stati posti in relazione ad una maggiore incidenza di aborti precoci anche dopo tecniche di fecondazione in vitro, infatti le alterazioni del DNA spermatico sembrerebbero portare alla formazione di embrioni con minore vitalità e quindi non in grado di svilupparsi opportunamente una volta impiantati.

Sperando di essere stato chiaro, la saluto cordialmente