Utente 161XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 19 anni molto ansioso ultimamente sto passando un periodo veramente brutto tutto è cominciato un mese fa quando ho avvertito forti extrasistole,subito mi sono precipitato dal mio medico curante che effitivamente le ha rilevate e mi ha prescritto di fare elettrocardiogramma ecocuore ecodlopper e holter.Prima dell'elttrocardiogramma avvertivo un extrasistole ogni due batti sdraiato sul lettino del cardiologo queste sono scomparse per poi tornare qualche ora più tardi.Comunque nel giro di una settimana queste extrasistole sono scomparse e dato che elettrocardiogramma ecodlopper ed ecocuore erano nella norma nessuna alterazione ne ritmica ne organica avevo accantonato l'idea di fare l'holter ed avevo riniziato l'attività fisica solo che proprio al termine di questa ho avuto un principio di svenimento con il cuore che batteva veramente a mille devo premettere che ero digiuno e mi ascoltavo molto fatto sta che ho avvertito orecchie tappate offuscamento della vista e sensazione di svenimento mi sono seduto e lentamente tutto è passato sono andato subito a misurarmi la pressione ed era 120 69 con 122 battiti al minuto,Questo mi ha convinto ad effettuare l'holter che ho portato 22 ore e il cardiologo stupito mi ha detto che non c'era assolutamente nulla battito sinusale nella norma nessuna extrasitole niente di patologico solo un battito che in media sta sulle 90/100 battiti al minuto il giorno e 60/80 la notte con picchi massimi di 141 il giorno alle 5 e minimi di 48 la notte alle 4.Ora tutti mi dicono di stare tranquillo ma io avverto spesso sensazione di malessere (stomaco chiuso) difficoltà nel respierare e mi è capitato anche ieri all'improvviso di sentirmi svenire di sudare freddo di stare poer cadere tanto che mi sono dovuto mettere a sedere ero in una situazione di stress mi trovavoall'ospedale per un amica ma comunque anche in situazioni tranquille mi pare di avvertire cosi all'improvviso difficoltà a respirare battiti accelerati e più forti sensazione di svenimento, ieri prima e dopo questa sorte di attacco avevo avuto i batti sempre sopra i 100 al minuto non so più veramente cosa pensare tre dottori due generici e un cardiologo mi hanno detto che organicamente non c'è niente ma non potrebbe essere una tachicardia parossistica? mi chiedo io ...Passo giorni infernali non riesco a capire cosa sia.... ansia ?? ma paradossalmente passo dei momenti in cui sono molto ansioso e ipocondriaco ma i miei battiti sono normali può esserci un legame con le miei emicranie con aura di cui soffro ormai da tre anni?? Ho davvero bisogno di aiuto non riesco più ad uscire da questo vortice e mi sta portando a chiudermi in casa per paura che mi succeda qualcosa tra l'altro ho letto di un ragazzo di 19 anni che è morto di infarto nonostante fosse stato sottoposto 20 giorni prima ad elettrocardiogramma.Cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
purtroppo una diagnosi corretta del suo disturbo può esser effettuata solo se la registrazione elettrocardiografica viene effettuata al momento della crisi aritmica. In alternativa, se le crisi dovessero divenire più frequenti potrebbe essere indicato uno studio elettrofisiologico. Tutto ciò non toglie che potrebbe trattarsi effettivamente solo di ansia. Ne parli anche con il curante per un eventuale controllo della funzionalità tiroidea.
Saluti