Utente 191XXX
Buongiorno,
a mia madre è stata riscontrata la sindrome di Brugada, avendo lei avuto episodi sincopali di cui l'ultimo questa estate; infatti le è stato somministrato un antiaritmico a causa di una fibrillazione. A seguito di vari esami strumentali presentava ECG senza alterazioni, holter a 12 derivazioni normale, test eseguito con Flecainide evidenziava blocco di branca destra e sopraslivellamento del tratto ST nelle precordiali destre. A causa del sesso femminile e dell'età non considerata a rischio (54 anni) le è stato impiantato soltanto un loop recorder. Ci siamo recati a Pavia presso l'istituto Maugeri dove le è stato fatto la ricerca di mutazione genetica; è stata trovata una mutazione puntiforme nel gene SCN5A. A seguito di ciò, le verrò impiantato un defibrillatore? Io ho un fratello di 34 anni; a maggio verranno effettuati su di noi i medesimi test genetici. Entrambi non abbiamo mai accusato sincopi o altri sintomi sospetti. Se anche noi avessimo la mutazione, pur essendo asintomatici, saremmo candidati all'impianto di un ICD?

In attesa di una gentile risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in assenza di sintomi e di test provocativi positivi, attualmente non v'è indicazione all'impianto di un AICD.
Stia serena. Saluti
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille dottore, mi ha rincuorata...
Buon lavoro!