Utente 237XXX
La scorsa estate ho cominciato ad avere problemi cutanei, sul tallone sinistro mi si seccava la pelle e poi veniva via... qualche settimana dopo ho cominciato ad avere problemi anche sul palmo della mano destra, mi si spellava, poi hanno cominciato a comparire delle bollicine, si seccava la pelle e poi veniva via... ho provato con advantan senza risultato cosi il mio medico mi ha fatto provare una terapia antimicotica pensando che potesse trattarsi di questo ma ancora niente...allora sono andata da diversi dermatologi e l'ultimo, lo scorso gennaio sembrava avere trovato una terapia efficace a base di cortisonici (elocon unguento) e crema isolante riparatrice (bariederm)... in realtà aveva funzionato più sulla mano che sul piede dove tuttora fatica a riformarsi la pelle.. tende sempre a seccare e venire via... sulla mano invece erano sparite le bollicine... però quando ho terminato la terapia prevista sono tornate... potrei andare avanti con l'unguento ma ovviamente non posso mettere il cortisone per sempre... nel frattempo ho fatto l'ige test per la dermatite atopica (negativo) e i patch test, anch'essi negativi... mi hanno suggerito anche i test per la dermatite allergica da contatto ma anche il dermatologo non sembra convinto perchè il problema è cominciato sul piede... mi hanno parlato dell'acido salicilico, unguento o crema e vorrei sapere se può essere una cura efficace... e se serve la ricetta medica.. e naturalmente sarei lieta di ascoltare altri suggerimenti perchè è davvero snervante tutto ciò... cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Salve,
ricordando cjhe consigli terapeutici non possiamo nè vogliamo darle, le impostazioni per gestireil suo problema sono varie. Come dice lei sicuramente il cortisone non può essere una soluzione, anzi, non finisco mai di stupirmi di quanto spesso e per quianto tempo venga dato anche dai miei stessi colleghi.
In realtà il suo problema andrebbe affrontato "in toto" vedendo di risolverlo e gestirlo nel tempo. Direi che i test per l'atopia come gli ha chiamati lei, in questo caso lasciano il tempo che trovano.
Direi di riniziare il tutto con un dermatolog cui si affidi, che la soluzione c'è.

Saluti