Utente 364XXX
Ho 38 anni con questa storia clinica :
02 agosto 2006 orchifunucolectomia sinistra per seminoma.
Diagnosi di accettazione neoformazioni testicolari multiple a sinistra; markers negativi.
Esame istologico: <<Il quadro morfologico mostra seminoma “classico”.
Si associa una cospicua quota di neoplasia intratubulare germinale.
La neoplasia infiltra ampiamente la tonaca albuginea.
Non si osservano chiare immagini di emboli neoplastici endovasali.
Funicoli libero da neoplasia. PT1>>.
Dopo TAC e successiva PET entrambe negative l’oncologo che mi segue decide per la SOLO sorveglianza con controlli periodici trimestrali.
A febbraio 2007 (a sei mesi dall’intervento) l’indagine PET evidenzia <<un’area di iperaccumulo del tracciante a livello di una stazione linfonodale iliaca interna sinistra>> e la successiva tac mostra <<una tumefazione linfonodale di 15,8 mm in sede iliaca interna sinistra>>.
Vengo sottoposto a trattamento radiante: 20 sedute, dose totale 36Gy, campi contrapposti AP + PA, posizione paziente supina.
Negli ultimi giorni ho eseguito una TAC di controllo con mdc che evidenzia:
Torace
Campi polmonari simmetrici con omogenea distribuzione della rete vascolare.
Millimetrica nodulazione parenchimale si apprezza a destra al segmento bsale laterale del lobo inferiore. Il reperto ( significato fibrotico?) meno evidente al precedente esame , merita di monitoraggio Non apprezzabili alterazioni densitometriche da riferire a lesioni polmonari a carattere infiltrativo in atto.
Conservata pervieta' delle principali diramazioni bronchiali.
Assenti tumefazioni linfonodali ilari e/o mediastiniche.
Assente versamento pleurico e/o pericardico.
Addome e Pelvi
Fegato di morfologia e dimensioni regolari, con disomogenea densita' del parenchima senza apprezzabilita' di alterazioni densitometriche focali da riferire a lesioni di tipo primitivo e/o secondario.
Vie biliari intra ed extraepatiche non dilatate. Milza di dimensioni nei limiti, di densita' omogenea.
Pancreas di morfologia e dimensioni regolari, senza rilievo di dilatazione dei dotti principali.
Ghiandole surrenaliche nei limiti.
Reni in sede, di forma e dimensioni regolari, con conservata funzionalita' escretoria, senza rilievo di dilatazioni calico-pieliche.
Non si rilevano tumefazioni linfonodali delle stazioni retrocrurali, celiache, precavali, intercavoparaortiche e mesenteriche. Vescica in sede, distesa, a contenuto omogeneo e pareti regolari.
Diverticolosi del sigma
Prostata morfovolumetricamente nei limiti, di omogenea densita' a contorni definiti.
Non si rilevano tumefazioni delle stazioni linfonodali iliache, otturatorie ed inguinali.
Stabili le areole di osteosclerosi si apprezzano a livello dell'acetabolo destro ( 6 mm), del collo del femore destro ( 8 mm) e della branca ischio-pubica destra ( 3 mm).
Vorrei un Vs parere per la Millimetrica nodulazione parenchimale cosa devo fare ? Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente
Purtroppo non è semplice dare una risposta chiara soprattutto per le dimensioni esigue del nodulo.
Certamente vista la storia neoplastica pregressa non si può non attenzionare in maniera particolare senza escludere però che potrebbe trattarsi anche di una roba benigna.
Sicuramente dovrà effettuare altri controlli nel tempo
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la cortese attenzione, vorrei sapere se secondo lei l'unica soluzione al momento sono i controlli nel tempo ma con quale cadenza e se preferire sempre la tac. E se possibile avere una sua opinione in base al referto e la sua esperienza per la sede interessata dal nodulo. Grazie e cordialità.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Io farei una nuova TC magari senza mdc tra circa 6 mesi