Utente 240XXX
salve dottore sono stata operata 8 mesi fa' di punta d'ernia inguinale la quale mi dava abbastanza dolori da li' a 2 mesi sembravo rinata poi un crollo totale dolore fortissimo all'inguine e crurale interno gamba che mi costringe a stare a casa sempre,incomincia appena mi alzo e quando cammino almeno per 5 minuti,sento,dolore,fitte,pungere,bruciore anche quando tossisco o mi soffio il naso,sono stata dal chirurgo che mi a operato mi a fatto un eco,non recidiva ernia,e la retina è messa bene,mi a detto che l'intrappolamento dei nervi la vede dura perché' il dolore doveva esserci stato subito dopo l'operazione.
vorrei un suo parere riguardo all'intrappolamento o se ci siano altre cause riguardo la post operazione ,grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Condivido il parere del collega. L' insorgenza del dolore nel suo caso è atipica e credo corretto ricercare altre cause. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 240XXX

Iscritto dal 2012
salve dottore grazie della sua risposta ho fatto varie visite ginecologiche rx del bacino coxo femorale colonscopia,gastroscopia,e tutto è ok,6 mesi prima dell'operazione della punta d'ernia inguinale ho subito anche una laparo dove anno trovato solo l'appendicite leggermente infiammata che anno tolto ma non era quella la sintomatologia che mi creava a detta del chirurgo,ho un problema alla colonna ernia l4 l5 s1 con vertebra schiacciata vari neurochirurgi dicono che potrebbe essere quella che mi porta dolori inguinali ed altri mi dicono che non è possibile,secondo lei cosa dovrei andare a cercare ancora?mi può' dare qualche consiglio?grazie anticipatamente ..
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la causa neurochirurgica è plausibile, una volta esclusa la natura postoperatoria del dolore e se così fosse i consigli più efficaci possono essere forniti o dal neurochirurgo stesso che l'ha visitata o da un ortopedico di fiducia.
Auguri.
Cordiali saluti.