Utente 153XXX
sono un ragazzo di 32 anni, di quale tipologia di angina(se di angina si tratta ma credo di si) si tratterebbe con i seguenti sintomi che perdurano da 13 anni?:sul petto, braccia, bocca, collo, naso, fronte,orecchie,pancia, sensazione di oppressione(che si irradia), costrizione raramente pungente, con formicolii(non fastidiosi) verso le costole , ascelle e braccia, piu verso ill lato destro che sinistro, prodotti a seconda di come mi sposto(ad esempio se da eretto inarco la schiena leggermente in avanti e mentre espiro ) .la sensazione di oppressione dura sempre 24 ore su 24 da 13 anni,,,(mentre dormo nn me ne accorgo) e a volte varia di intensità da più forte a più lieve e sembra migliorare se mi spoglio senza indumenti e magliette e non si modifica mentre faccio attività fisica in palestra( alzo quasi 80kg sul petto) ne con la corsetta di mezzora. le analisi del sangue sono quasi perfette,a parte tiroide a 5.50. l'ecg lo feci anni fa(2007),era a posto., non fumo e sono snello.mangio sano.dall'età di 14 anni( e purtroppo x questi sintomi all'età di 19 anni ho interrotto l'attivita agonistica a calcio pensando di avere una malattia cardiaca ,ma che i medici x ottenere idoneità non trovavano mai nei test ecg da sforzo.. x fortuna o sfortuna nn mi venivano in quel momento). ho sofferto di extra sistole atriali(poche 4 o 5 al giorno o se sono stressato o stanco in rari casi aumentano 30- 50 forse meno) e tachicardia parossistica( rara durante un anno meno rara quando giocavo a calcio)che hanno registrato sul ecg ma non hanno evidenziato niente di anomalo, ma secondo voi le extra sistole e la tachicardia parossistica(inizia di colpo e si ferma di colpo) possono far coagulare il sangue? e da questo dipenderebbe la mia angina?a volte non spesso x fortuna, durante il sogno sento un dolore e sono costretto a svegliarmi ho un dolore molto pungente e costrittivo poco sotto alla gola sul petto, ma appena mi sveglio se ne va, la sensazione che il sangue riprende a circolare.. la frequenza cardiaca e molto elevata a causa di un incubo, ho notato che accade solo quando sto a pancia in su infatti tendo sempre a dormire di lato.ho anche la sensazione che si sia allargata la carotide sinistra al tatto, aggiungo che sempre da 13 anni ho un incessante formicolio alla mano sinistra. sembra che le oppressioni al petto siano iniziate dopo che ho interrotto l'attività agonistica e cmq variano anche dalla posizione, se sto a pancia in giu quasi scompaiono attendo una risposta gentili medici di : medicitalia. e vi ringrazio in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei non ha alcuna angina.
I sintomi che lei descrive in maniera estremamente dettagliata sono tipici di una notevole sindrome ansiosa la quale, se come parrebbe, le disturbasse la qualità di vita, andrebbe curata con uno specialista.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
la ringrazio,in effetti sono 13 anni che non vivo dormo a orari sballati, quando dormo poco accentuo il mio stato ansioso depressivo..xrò e strano che non se ne vadano queste oppressioni.......cerco di non pensarci ma il pensiero è sempre fisso sul terrore di avere delle temibili, occlusioni alle coronarie o alle carotidi. o altra malattia cardiaca...pensi che sarebbe sconvolgente scoprire di averle, e magari di dovermi sottoporre a coronografia e rimanerci secco!(si sa che non è un esame esente da rischi ...) dalla sua esperienza la tachicardia parossistica e le extra sistole possono far coagulare il sangue?? e la carotide sinistra al tatto che mi pare allargata rispetto alla destra che ne pensa?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Scusi ma per He lei dovrebbe a 33 anni morire per una malattia cardiaca invece che morire di leucemia linfatica acuta, oppure di incidente stradale, o di tumore al pancreas? O meglio di non morire affatto che è la cosa più statisticamente probabile alla sua età ?
Io ritengo che lei abbia necessita di terapia ansiolitica prescritta dal suo medico o da uno specialista.
Arrivederci
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
grazie ho capito come la pensa... però c'è una variante dell'angina (Prinzmetal ha descritto una variante dell'angina pectoris nella quale il dolore si sviluppa caratteristicamente a riposo e, in effetti, in questi casi di solito il paziente può affrontare un certo sforzo senza accusare disturbi. L'angina pectoris notturna non è associata con lo sforzo fisico, ma si ritiene in rapporto con le emozioni legate ai sogni o con un lieve stato di scompenso congestizio.) sono molto turbato . cosa ne pensa della variante e se coincide con i miei disturbi . non le ruberò altro tempo e la ringrazio dr m. c.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quindi lei pensa di insegnare a me cosa sia l Angina di Prinzmetal?
Guardi penso proprio che lei abbia bisogno di un buon supporto psicologico.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#6] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
non volevo essere invadente,cmq probabilmente ha ragione...però...i sintomi li avverto non è che me li invento. ho una cosa molto grave che mi turba.. vorrei avere un opinione.:davanto allo specchio vedo pulsare maggiormente la carotide sx rispetto alla dx. questo potrebbe far sospettare un aneurisma fusiforme alla carotide sx verso il pomo di adamo? al tatto in effetti la sento allargata.rx x favore sono molto preoccupato gentili medici di medicitalia
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ritengo che lei non abbia alcun aneurisma della carotide (che in 30 anni di lavoro non ho mai fisto).
Le consiglio nuovamente un supporto piscologico.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#8] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
prendo in seria considerazione il suo valido consiglio ...è riuscito comunque a rassicurarmi, prendo la palla al balzo per descriverle qui di seguito uno strano sintomo accusato alcuni mesi fa.. e vorrei un sincero parere .: mi recavo di mattina in treno a mantova (io sono della toscana)dopo non aver chiuso occhio la notte, dopo circa 6 o 7 ore di treno arrivo a destinazione molto stanco, ad aspettarmi un "amica". insomma per farla breve siamo finiti in albergo...io ero molto ansioso ed emozionato nonché sfinito dallo stress x il viaggio, ..ho incontrato molta difficoltà nel rapporto sessuale durato ore....( per l'emozione e la stanchezza).. xrò dopo qualche minuto dall'inizio ho avvertito strani dolori trafiggenti o puntori.. localizzati fra il collo la clavicola e la schiena, insomma, ero in stato di massima eccitazione\ sforzo\stanchezza,e il cuore batteva veloce.. avrei dovuto fermarmi ma ho continuato il rapporto x alcune ore con pause.., ma i dolori si sono acutizzati, ma ho proseguito imperterrito ..col risultato che ero sfinito e dolorante, mi sentivo quasi come bloccato, a ogni movimento brusco , nella deglutizione, un colpo di tosse, ero come trafitto da un coltello ,alla gola, collo(sulle carotidi), alla schiena, e non ricordo se era coinvolto anche il petto...vi posso assicurare che.anche solo bere un bicchiere d'acqua era davvero doloroso... questa sintomatologia è perdurata per 3 o 4 giorni . ricordo nel 1998 dopo una partita in allenamento della mia squadra un episodio simile al precedente descritto... si potrebbe trattare di pneumotorace?o di altro... dato che entrambi episodi sono stati scatenati in situazioni di violento stress e sforzo fisico. vi prego di rispondere gentili medici. e ringrazio il dR Maurizio Cecchini per le pronte risposte.
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei va dall angina di Prinzmetale, all aneurisma della carotide allo pneumotorace .
Dovrebbe essere molto sfortunato .
Le ripeto ciò che ho detto nei numerosi post precedenti e con questo la saluto
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
c'è solo un particolare che io non capisco. durante il sesso se ho una eccitazione molto alta ed estrema, che fa superare una certa soglia di tolleranza,...mi compaiono questi dolori trafiggenti(come se fossi infilzato) fra schiena e collo, cosa cavolo è??? con l'auto erotismo , il sesso stancante di eccitazione media o medio alta non vengono.
e non ho quei sintomi particolari nemmeno facendo pesistica al massimale, e nemmeno facendo corsa e ho raggiunto 192 pulsazioni senza particolare affanno. si potrebbe trattare di sintomi anginosi legati al sesso+eccitazione+sforzo,????? devo andare a parlare con la dottoressa la prx settimana, mi piace sapere le cose come stanno . volevo solo un parere al di la dei miei disturbi..puoi esistere un angina che compare solo facendo attività sessuale ad alto contenuto emotivo\eccitante? e che non compare nel resto. spero che risponderete perchè è l'ultimo dubbio che ho gentili medici di medicitalia, e ringrazio in particolare il dr Maurizio Cecchini
[#11] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
dr cecchini, quali esami preventivi dovrei sottopormi per fare pesistica al massimale??e corsa moderata(fatta da fermo sono arrivato a 192 ma di media rimango sui 150) .. e pericoloso arrivare a 192 pulsazioni dato che il mio massimale di pulsazioni e 188?? 220 - l'eta e una formula precisa o come dovrei calcolare ??anche in base al mio stato di allenamento??cavolo, in questo momento vedo in tv la morte del calciatore del pescara.....certo solo il test da sforzo non serve a capire se il cuore abbia delle malattie piu silenti e congenite... ,mah mah mah.......................
[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
guardi le ho risposto molte volte e lei fa finta di non vederlo.
Chieda a qualche altro medico.
con questo la saluto
cecchini
[#13] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
lo zarelis 37.5 potrebbe essere valido per far cessare il senso di pesantezza diffusa'?