Utente 245XXX
Buongiorno
Ho 52 anni e il 27 Febbraio 2012 sono stato sottoposto, dopo consiglio del Chirurgo toracico che aveva visionato una mia TAC toracica con MDC dove si evidenziavamo delle bolle di aria, a intervento chirurgico in laparoscopia per asportazione delle suddette bolle polmonari all'apice del polmone sx, così da anticipare eventuale scoppio di queste bolle con conseguenza di ricovero urgente in ospedale. Dopo 14 giorni di ricovero contro i 3 pronosticatomi dal chirurgo, perchè ci sono state delle complicanze a me mai delucidate in maniera comprensibile. Il drenaggio continuava a dare liquido ematico di circa 200 ml al giorno e avevo febbre che mi arrivava la sera a 38,7. sottoposto a terapia antibiotica con ROCEFIN primi 4 giorni dopo l'intervento e visto che la febbre persisteva cambiato con TAVANIC. Nel frattempo dopo 10 giorni dall'intervento chirurgico nel drenaggio iniziano a uscire anche bolle di aria (il chirurgo giustifica questa fuoriuscita di aria nel drenaggio dicendomi che sono causate dal polmone che va finalmente a parete e che mancando l'apice del polmone sx in seguito all'asportazione del grappolo di bolle che avevo si è formata una sacca di aria) Il 6 Marzo 2012 il chirurgo decide di applicarmi una pompa di aspirazione per togliermi completamente il liquido ematico che nonostante i 10 giorni trascorsi continuava a uscire e mi avrebbe anche fatto abbassare la febbre.
Non so se per coincidenza o per la pompa la febbre effettivamente dopo due giorni la sera non andava oltre i 37,5
Giorno 09 Marzo 2012 mi viene tolto il drenaggio perchè non usciva piu ematico ma solo siero circa 100 ml e dicendomi che la poca aria che usciva si sarebbe riassorbita da sola.
Dimesso il 09 marzo 2012 continuo come terapia dell'ospedale TAVANIC per altri 5 giorni fino a completa scomparsa della febbre.
Ma dal risveglio dell'anestesia in data 27 febbraio 2012 a oggi 26 Marzo 2012 accuso un continuo senso di dolore sordo e al tatto come se fosse addormentato, alla base del polmone sx nelle costole e nel diaframma lato sx,
Questo dolore è normale dopo il mio intervento?
Durerà a lungo?
Posso coricarmi sul fianco dove ho subito intervento e quindi gravare su questa parte dolorante?
Devo fare fisioterapia?
Potrò un giorno fare quello che facevo prima dell'intervento, sport, giardinaggio? Posso nel frattempo usare bustine consigliate dal medico di base (NICETILE 500mg) per alleviare il dolore che lui attribuisce ai nervi intercostali?
E' normale che mi affatico facilmente cosa che non avevo prima dell'intervento?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile utente ho letto con attenzione la tua storia. Per un recupero ottimale bisogna aspettare almeno 60 giorni dal giorno della rimozione del drenaggio. Si certo puoi dormire sul lato operato senza problemi. Per il dolore puoi prendere dei fans tipo toradol gocce o dei morfinoidi tipo il contramal. Tu comunque cerca di muoverti: fai passeggiate e se puoi non ti farebbe male della fisiocinesiterapia respiratoria. Se il dolore persiste rivolgiti ai colleghi anestesisti della terapia del dolore: potresti provare con delle infiltrazioni di anestetico locale. Vedrai che tornerai a fare tutto non ti scoraggiare.
Ciao
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Dottore Claudio Andreetti la ringrazio tantissimo per la sua celere risposta ai miei quesiti
Farò tesoro di tutto quello che lei con la sua indubbia professionalità mi ha scritto
Spero di ritornare presto a fare tutto quello che facevo prima.
Sinceramente mi sento molto sconfortato e depresso.
Posso ancora abusare della sua disponibilità per chiederle se posso fare già da adesso un po di giardinaggio (è il mio unico hobby) ? considerato che il drenaggio mi è stato tolto il giorno 09 Marzo 2012
e posso dare del veleno (Reldan 22) alle mie palme per proteggerle dell'ormai famoso punteruolo rosso?
Ovviamente proteggendomi con la dovuta precauzione con occhiali adatti,mascherina, tuta e guanti.
Le bustine di Nicetile 500 mg devo continuarle a prendere o devo solo fare le medicine che lei mi ha consigliato?
Aspettando in una sua risposta vi porgo i più cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Dedicati pure al tuo amato giardinaggio prendendo le dovute precauzioni. Anzi se le ferite sono ben cicatrizzate fai un può di nuoto: è l'attività migliore per il recupero. Per quanto riguarda il nicetile ti devo dire che io somministro questo farmaco non in prima battuta ma lo lascio nel caso in cui i fans o i morfinoidi non abbiano successo.allora fai così segui questo schema:
Mattina:
1 cp di efferalgan da 1 gr e 20 gocce di toradol dopo colazione.
Dopo pranzo:
1 cp di efferalgan da 1 gr e 20 gocce di toradol
Dopo cena:
1 cp di efferalgan da 1 gr
Prima di coricarti:
20 gocce di contramal
Inizia questo schema e dopo 1 giorno sospende il nicetile. Segui lo schema in questo modo per 3 giorni pieni e poi fammi sapere. Ovviamente assumi anche un protettore per lo stomaco (ad es omeprazen 20 mg 1 cp la mattina a digiuno).
Saluti
[#4] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno Dottore
Grazie ancora per la sua celere risposta
Seguirò la sua terapia

Io in casa ho il Diclofenac compresse da 1g posso sostituirlo all' efferalgan compresse da 1g da lei consigliatomi nella terapia?
Come protettivo ho il Lansoprazolo Zentiva da 15mg va bene uguale?

Grazie per avermi rassicurato a poter fare il mio hobby del giardinaggio

Aspettando una sua risposta le porgo cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Claudio Andreetti
40% attività
16% attualità
16% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Devi seguire la terapia che ti ho suggerito.
Saluti