Utente 185XXX
Salve ,
Sono un ragazzo di 28 anni , fumatore c.a 18 sigarette al giorno , non bevo alcoolici e purtroppo per esigenze lavorative tendo ad avere pasti consumati in modo frettoloso e poco dietetici . mangio in maniera frettolosa anche quando sono a casa fuori orario di lavoro . Ho sempre l'intestino gonfissimo e soffro di ansia (ipocondira piu' che altro , in breve ho paura delle malattie improvvise) Dormo 4 ore a notte sempre causa lavoro . Peso 80 kg x 1m e 75 d'altezza . contatto per avere delucidazioni nei limiti del consulto online .

Circa 6 anni fa' effettuai un holter per monitorare il cuore dato che trempo addietro avevo riscontrato delle extrasistole . Il risultato fu che in un giorno ne avevo avute soltanto 2 . Passarano gli anni e un anno fa' le extrasistole rincominciarono . Decisi di controllare nuovamente il cuore con un elettrocardiogramma e un ecocardiogramma . Tutto nella norma , anzi il cardiologo mi disse che sono bradicardico (cosa che dissero anche a mia madre quando sono nato) . Escluso il cuore passai allo stomaco sotto consiglio del dottore di famiglia . Dopo la gastroscopia , riscontrai di avere un ernia iatale di primo e grado e una leggera gastrite . La mia domanda e' la seguente : Dopo aver controllato il cuore con ecocardiogramma e eletrrocardiogramma (mi mancherebbe solo la prova sottosforzo) E' possibile che l'aereofagia che mi crea l'ernia iatale possa essere scambiata per un extrasistole ?
I due cardiologi che mi hanno visitato non hanno mai riscontrato niente di anomalo . C'e' da dire che ogni volta che mi hanno visitato non ho avuto mai extrasistole , ma non so se la salute del cuore si vede quando non ho extrasisitoli . E qui sorge un' altra domanda : I problemi del cuore si posssono riscontrare anche se durante la visita non ho extrasistole ?
Effettuare un holter sarebbe quasi inutile perche' non tutti i giorni ho le extrasitoli , puo' capitare che le ho tre giorni di fila (1 al giorno) e per due settimane non ce l'ho)
Non ricordo bene se le extrasistoli che ho avuto anni fa' con l'holter erano normali , ma dato che non ricordo nulla probabilmente era cosi' .

Quando avviso queste specie "di extrasistole" molte delle non la percepisco nella zona cardiaca ma piu' al centro poco sotto lo sterno , pero' diciamo che le conseguenze sono uguali a quelle di un extrasistole : mancanza d'aria sul momento e sensazione di un tuffo del cuore . Inoltre queste "extrasistole" se quelle dovrebbe essere , nn le avverto sottosforzo o sotto attivita' fisica , ma capita ,molto spesso quando sono in piedi senza fare nulla e sempre dopo 3 o 4 ore dopo mangiato . Grazie per aver letto la mia anamnesi , attendo ripsosta - Cordialita'

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
dalla sua anamnesi si evince che li suoi sintomi secondarie a banali extrasistoli non sono di certo da ritenere patologiche, ma espressione di alterate fasi digestive e/o ad iperacidità gastrica, che per effetti irritativi, talora, si può manifestare proprio con i sintomi da lei indicati.
Stia perciò sereno, il suo cuore è perfettamente in regola
Saluti
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille dottore , cerchero' di essere piu' sereno durante gli eventi . Anche se mi risultera' difficile . Ha per caso qualche consiglio da darmi di come comportarmi quando ho queste extrasistoli ? Devo fermarmi un attimo oppure le ignoro ?