Utente 245XXX
Spett.le MedicItalia sono un soggetto di 41 anni e da tre anni, mia moglie ed io, stiamo tentando di avere una gravidanza con insuccesso.
Mia moglie ha avuto un primo aborto spontaneo, dopo una gravidanza naturale, nel novembre del 2009 ed un secondo aborto spontaneo, subentrato dopo una gravidanza indotta da ICSI, a settembre del 2010.
Mi è stata diagnosticata una azospermia ed un varicocele di III tipo sec. Hirsch a sn nell'aprile del 2009.
All'ultimo spermiogramma la concentrazione per ml. era di 5 milioni/ml. con un numero totale di spermatozoi pari a 43 milioni circa.
Inannzitutto il varicocele secondo voi può essere causa di aborti?
Vi chiedo ciò poiché mi è stato proposto dal mio andrologo l'intervento chirurgico con legatura sub-inguinale in anestesia locale e con l'ausilio del microscopio.
A parer vostro l'intervento in questione potrà apportarmi dei benefici?
Se è vero ciò dopo quanti mesi, circa sei?
Vi sono controindicazioni al tipo di intervento che devo effettuare, anche gravi? Di che tipo?
Il post operatorio può essere problematico?
A me è stato addirittura riferito che dopo l'intervento potrei andare a casa da solo...
Secondo voi poteva essere utile, prima di effettuare l'intervento in questione, un esame del DNA fragmantacion sul mio spermiogramma?
Questo esame non mi è stato fatto poiché al di sotto di una concentrazione di 10 milioni/ml. non può essere fatto...Vi risulta?
Ringraziandolvi anticipatamente attendo una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

sarebbero necessari altri dati come i volumi testicolari ed i dosaggi ormonali oltre all'età di sua moglie.
Il test di frammentazione del DNA è possibile eseguirlo anche con i valori da lei riportati anche se tuttavia da una sua prima affermazione risultava una azoospermia (assenza di spermatozoi) e poi sostiene di averne 5 mil /ml. L'intervento di varicocele potrebbe essere utile indipendentemente dal problema fertilità. Aggiunga i dati richiesti.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio innanzitutto per la risposta.

Mia moglie ha 35 anni ed ha avuto dapprima un aborto spontaneo con gravidanza naturale nel novembre del 2009 e poi un secondo aborto spontaneo con gravidanza indotta mediante ICSI nello scorso settembre del 2011.
Entrambi gli aborti si sono verificati a circa 9 settimane di gestazione con interruzione del battito fetale.
Mia moglie ha effettuato tutti gli esami della poliabortività con risultati negativi.
Dunque il mio spermiogramma, qui in basso, può essere causa di abortività?

Ecco i dati da lei richiesti:

I volumi testicolari sono di 4X6 cm. a destra e 5X6 cm. a sinistra.

Ormoni:
Testosterone 3,99 ng/mL.
Sex Uman Binding Globulin (SHBG) 27,00 nmol/L
Ormone Luteinnizzante 3,8 mUI/mL.
Ormone Follicolostimolante 5,3 mUI/mL
Prolattina 5,0
Estradiolo 27
Ormone Tireostimolante 1,14
Glutadione perossidasi GPX 13,1 U/g Hb
Glutadione riduttasi 6,4 U/g Hb
Superossido dismutasi SOD 403 U/g Hb
Antiossidanti totale AOt 1,02 mmol/L
Derivati dei Radicali liberi 275 U.CARR
Ossido nitrico NO 33,00 micromol/L.

Spermiogramma recente:
pH 8,0
aspetto: torbido
astinenza: 4 gg.
Volume: 8,7
Spermatozoi (mil/ml): 5
Numero totale spermatozoi: 43,5 milioni
Leucociti: alcuni
Aggregati: assenti
Cell. spermatogenetiche: rare
Agglutinazione: assente
Batteri: presenti
Cristalli: Assenti
Materiale lipidico: assente
Cellule empiteliali: presenti
Detriti: presenti
Emazie: assenti
Motilità progressiva a 60 min (%): 5
Motilità non progressiva a 60 min. (%): 15
Immobili a 60 min. (%) 80
Numero spermatozoi motili (mil/ml): 1,00.

Spermiocitogramma:
Forme angolate (%): 20
Anomalie della testa (%): 41
Flagelli isolati (%): 2
Forme aflagellate (%): 1
Forme duplici (%): 1
Forme in lisi (%): 1
Spermatozoi normali (%): 7
Forme allungate (%) 4
Forme con flagello avvolto (%) 13
Forme con flagello corto (%): 0
Forme immature (%): 8
Forme microcefale (%): 1
Forme macrocefale (%): 1
Spermatozoi anomali (%): 93.

Test di vitalità:
Spermatozoi con nucleo incolori (vitali): 44%
Spermatozoi con nucleo colorato (non vitali): 56%

Test di integrità di membrana - Swelling Test:
Spermatozoi rigonfi (membrana plasmatica integra): 46%
Spermatozoi non rigonfi (membrana danneggiata): 54%

Ricerca anticorpi Antispermatozoo - MAR Test:
Spermatozoi motili con adese particelle di latex: 5%

Ricerca anticorpi antispermatozoi liberi:
il test di agglutinazione spermatozoaria ha dato il seguente risultato: negativo.


Dal mio andrologo, come le ho già spiegato, mi è stato consigliato di effettuare comunque l'intervento chirurgico con legatura sub-inguinale in anestesia locale e con l'ausilio del microscopio.
Dunque con un varicocele di III tipo sec. Hirsch a sn, diagnosticatomi nell'aprile del 2009 e con questi esami secondo voi la mia situazione può essere causa di aborti?

- A parer suo l'intervento in questione potrà davvero apportarmi dei benefici ed in che percentuale?

- Vi sono controindicazioni al tipo di intervento che devo effettuare, anche gravi?

- Il post operatorio può essere problematico?

A me è stato addirittura riferito che dopo l'intervento potrei andare a casa da solo...

Un'ultima cosa.

- Secondo lei poteva essere utile, prima di effettuare l'intervento in questione, un esame del DNA fragmantacion sul mio spermiogramma? O non aggiungerebbe nulla?

La ringrazio infinitamente ed attendo un suo prezioso consiglio.
Mia moglie ed io siamo davvero preoccupati anche perché dovrei operarmi sabato 31 marzo prossimo (!) e vorremo un secondo parere che ci faccia luce sulla nostra situazione: se davvero mi conviene operarmi a prescindere, in modo da poter aumentare realmente le probabilità di gravidanza per mia moglie, sia naturalmente che mediante PMA, o se invece l'intervento non sarebbe necessario poiché non potrebbe aggiungere nulla di più e quindi ci converrebbe rivolgerci SOLO ad un centro di PMA.
Grazie di nuovo.
Cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che il volume del testicolo viene calcolato con la formula dell’ellissoide (lunghezza x larghezza x spessore x 0.52) e quindi quello che ci riporta non ha attendibilità.

Visto il contesto clinico che ci ha brevemente descritto è sicuramente importante eseguire il test di frammentazione del DNA che ovviamente si può eseguire anche in presenza di pochi spermatozoi.

In particolare elevati livelli di frammentazione del DNA spermatico sono stati posti in relazione ad una maggiore incidenza di aborti precoci anche dopo tecniche di fecondazione in vitro. Infatti le alterazioni del DNA spermatico sembrerebbe che portino alla formazione di embrioni con minore vitalità e quindi non in grado di svilupparsi opportunamente una volta impiantati.

Ancora un cordiale saluto
[#4] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio di nuovo.
ma per il resto invece?
D'accordo il discorso del DNA e della frammentazione ma per l'intervento cosa mi dice e cosa mi consiglia invece?
E' la cosa che ci preme di più giacché è abbastanza imminente.
A parer suo l'intervento in questione potrà davvero apportarmi dei benefici ed in che percentuale?
Vi sono controindicazioni al tipo di intervento che devo effettuare, anche gravi?
Il post operatorio può essere problematico?

Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Mi sembrava di aver chiarito il mio pensiero in merito alla sua storia, infatti personalmente procederei prima con il test di frammentazione che potrebbe permettere di comprendere le cause di poliabortivita' e poi, valutare se procedere per l' intervento di varicocele che vista l'eta ' della moglie e la sua storia clinca, non sembra essere l' elemento determinante.

Sperando di essere stato ancor piu' chiaro, la saluto cordialmente.