Utente 245XXX
buongiorno volevo chiedere a voi che siete esperti nel settore, ho effettuato un esame del sangue e nello specifico è la ricerca di Ag p24e Ab HIV1/2(chemiluminescenza) esito NEGATIVO a 33 giorni di un rapporto a rischio.
domande:- posso stare tranquillo? devo ripeterlo a tre mesi ma con ansia devastante come sto adesso?- questo esame è attendibile già a questi 33 giorni? - se avessi contratto invece anni prima il virus (8 10 anni di incubazione) si rileverebbe adesso?
Grazie per la disponibilità
[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Rolla
28% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Il dato è sicuramente attendibile e rassicurante ma non definitivo al 100%, lo dovra' ripetere dopo 3 mesi dall'episodio a rischio. Se avesse contratto l'infezione anni fa, il test sierologico sarebbe risultato positivo.
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la disponibilità, un ultima domanda rifare il test a 45 gg può essere attendibile o necessita l'attesa del 90 gg? su vari siti e medici affermano che un test a 30gg è attendibilissimo e soprattutto con la ricerca di antigene p24 si può star tranquille e l' esecuzione del test a 90gg è solo per scrupolo imposto dalla linee guida del ministero della sanità?grazie ancora
[#3] dopo  
Dr.ssa Serena Rolla
28% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Se il tempo intercorso tra infezione e test è inferiore ai 3 mesi, il dato non puo' essere considerato definivo per cui è necessario ripetere un nuovo prelievo dopo tale periodo, come da indicazioni linee guida.