Utente 571XXX
Salve , sono un ragazzo di 20 anni, ho notato un particolare arrossamento all'estremità del prepuzio con un piccolo taglio dal quale esce un po' di sangue. Quando ero piccolo il glande usciva con difficoltà , dopo una visita molto dolorosa, mi venne fatto uscire il glande e prescritto pevaryl in polvere. Ora si ripresenta questo problemadopo (10 anni) il glande fatica ad uscire, e per farlo uscire sento tantissimo dolore.Sembra quasi che si stia chiudendo. Cosa devo fare? Devo riprendere pevaryl pomata o polvere? Cosa può essere? Può darsi che si risolva tutto senza prendere niente? AIUTATEMI!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

sarebbe il caso di farsi vedere dal suo medico di famiglia o in ospedale in modo tale da capire se esista veramente una fimosi e, di conseguenza, provvedere ad eliminarla
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

dubito fortemente sia che la sua situazione si risova non facendo nulla, sia che il Pevaryl sia la soluzione senza aver avuto una indicazione specialistica.
Si faccia valutare da un urologo o da un andrologo.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

un problema che si ripresenta dopo 10 anni, potrebbe essere non correlato al primo episodio:

consiglio, senza dubbio, di programmare una visita Venereologica (con l'esperto di cute e mucose genitali) per escludere da subito, che il problema apparentemente fimotico che ci descrive sia compatibile con un caso di Lichen sclerosus incipiemte, patologia molto più diffusa di quello che comunemente si creda.

cari saluti

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
le consiglio di rivolgersi senza paura dal medico curante che la invierà poi se lo ritiene opportuno da uno specialista urologo o andrologo che si occupa di questo tipo di problemi
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
del tutto d'accordo con quanto sostenuto dal Collega LAINO. Credo sia necessario che Lei consulti il Suo medico di famiglia per programmare insieme a lui un controllo specialistico Dermatologico al più presto. Non perda ulteriore tempo prezioso, facendosi innalzare a dismisura il livello di ansia.
Ci tenga informati se lo ritiene utile ed opportuno.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO