Utente 186XXX
gentili dottori

l'altro giorno ho avuto un rapporto vaginale.
Ho utilizzato il preservativo.
Non ho notato rotture o perdita di liquidi.
Solo che, in seguito al coito, ho notato che l'involucro
era pieno di rughe, molto consumato.
Io tengo i preservativi nelle tasche del giubetto,
per averli sempre con me.
Però ora sono molto preoccupato.
Ho paura che il preservativo sia stato rovinato
per il modo in cui l'ho conservato.
Ho quindi alcune domande.
Il preservativo può essersi rovinato?
Se non si rompe il preservativo il rapporto è sicuro, anche si è rovinato in tasca?
Come protegge il preservativo dalle malattie trasmissibili? E' il lattice che protegge?
Il lattice si rovina solo con fonti di calore o anche se è tenuto in tasca e conservato come ho fatto io?
Rispondetemi per favore, sono molto in ansia

[#1] dopo  
Dr. Fernando Bellizzi
36% attività
12% attualità
20% socialità
ISERNIA (IS)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Salve,
visto che è molto in ansia Le risponde uno psicologo.
E le fornisce alcune informazioni semplici, che qualche collega medico, potrà adeguatamente integrare.
L'involucro di solito si consuma proprio perchè conservandolo nel giubotto viene piegato e stropicciato.
Un consiglio tattico (che farà la gioia delle case produttrici): non tenga troppo a lungo il preservativo nel giubotto, non perchè si rovina, ma semplicemente perchè la donzellla di turno, se attenta, noterà che il vissuto prolungato del preservativo nella tasca vuol dire che è lì da tanto tempo. Attenzione anche a conservare troppo i profilattici in giubotti e portafogli: il calore del corpo, a lungo andare, può alterare il profilattico.
Attenzione però. Dipende dal tipo di partner che cerca: se occasionale, è meglio avere preservativi il più nuovi possibili (ne uso tanti, che non fanno in tempo a rovinarsi); certo, se invece cerca una storia stabile, il preservativo "rovinato nell'involucro" vuol dire "sto attento alle malattie, e non ho attività sessuale costante".

Come avrà notato i preservativi hanno una data di scadenza, per cui non superare tale data aiuta.

Ora la rispostaa le sue domande:

1. se l'involucro era sgualcito, ma integro, non ha nulla da temere
2. il lattice è una sostanza resistente, ma allo stesso tempo molto malleabile che permette di mantenere un'ottima sensibilità pur proteggendo dagli scambi di fluidi corporei potenzialmente pericolosi.
3. se il preservativo si srotola normalmente, allora, è stato conservato bene.

Comunque in questo sito dei consigli pratici ed obiettivi.
http://www.comodo.it/cat/canali/preservativo/tutto-sul-preservativo/quando-e-come-si-usa/

Certo, leggendo si ricordi che lei si descrive come ansioso.

Per l'ansia, La rimando ad un colloquio di persona o presso un consultorio, dove Le potranno fornire tutte le informazioni adeguate sui preservativi e su come preservarli, o presso uno psicoterapeuta.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Rovinato nelle tasche? Allora io ho rischiato. Perché l'ho temuto in tasca. Ma rovinato vuol dire cosa? Che rischia di rompersi? Come si fa a capire che si altera? Qual è il rischio? Che si rompa?
[#3] dopo  
Dr. Fernando Bellizzi
36% attività
12% attualità
20% socialità
ISERNIA (IS)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
Se l'involucro è integro, anche se la stampa è rovinata, allora stia tranquillo.
Se l'involucro è lacerato e non è più integro, allora è probabile che il preservativo si possa essere lacerato.
I rischi sono la rottura o la contaminazione dello stesso preservativo.
Ma, e faccia attenzione alle parole, un rischio non è una certezza. È solo una probabilità.
Noto però che non è andato a leggersi il sito linkato.
Comunque Le ribadisco il consiglio di recarsi presso un consultorio familiare dove troverà personale esperto per fornirLe tutte le informazioni di cui ha bisogno.