Utente 235XXX
Salve circa 2 mesi fa mio padre ha avuto un infarto, soffre di diabete di tipo alimentare ed ipertensione, aveva l'arteria sinistra occlusa e l'hanno riaperta tramite uno stent.
Martedi 27 marzo si è recato da un dentista per 3 impianti. Da allora ha iniziato a lamentare malessere, questo fino ieri sera quando appena dopo cena ha iniziato a tremare, sembrava avesse le convulsioni, sentiva molto freddo, dolore nella zona addominale e faticava a respirare dato che sentiva la gola chiusa. Dopo l'arrivo del 118 e il trasferimento in P.s. gli è salita improvvisamente la febbre a 40. Dopo vari esami hanno deciso di ricoverarlo pensando che tutto ciò possa essere dovuto ad un'infiammazione dovuta agl'impianti, hanno iniziato un ciclo di antibiotici ed attendo l'infettivologo che arriverà al più tardi domani. Hanno detto che devono evitare che quest'infezione arrivi al cuore perchè potrebbe rischiare una pericardite.
Vorrei sapere, dati i suoi precedenti, cosa potrebbe causare.
Grazie,
nell'attesa porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Di solito la sindrome di Dressler colpisce dopo circa due settimane dall infarto. È ad andamento del tutto benigno,a nche se va curata molto bene. Tuttavia la febbre così elevata non è tipica della sindrome diDressler, quindi è bene escludere altre cause per esempio odontoiatriche, polmonari, urinarie.
Cordialmente
Cecchini
www.cecchinicuore.org