Utente 245XXX
Buongiorno, a settembre dell'anno scorso mi sono comparse delle ulcerazioni tra glande e prepuzio ( a dx e in alto) che sono guarite in circa 20 giorni senza dolori particolari ( diagnosticata probabile candidosi).
A inizio marzo, assieme a produzione di smegma si sono ripresentate questa volta a sx, sulla parte alta e sul glande, umide e di circa 2 mm di diametro...non so se fossero delle bollicine prima, non l'ho mai notato visto che erano coperte del prepuzio.
Consultato specialista, diagnosticato Herpes Genitalis.
Per avere secondo parere, consultato secondo specialista dopo 3 giorni che ha escluso tale patologia. Prescritto esame curva glicemica e delle urine.
Il giorno dopo, di mia spontanea volontà fatto anche esame IGG e IGM.. : con valore di Cut-off/positivita' > 11,5
IGG tipo 1 = 2,2
IGG tipo 2 = 45,8
IGM tipo 1-2 = 8,8

Curva glicemica ( valori normali 0,70 - 1,10)
0 min = 1,12
30 min = 1,51
60 min = 1,43
90 min = 1,40
120min = 1,24

Esami urine, glucosio assente.

Nel frattempo, in tre giorni, le ulcerazioni sono guarite ( lasciando cicatrice)
Dopo altri due giorni nuova visita, e comparsa di nuova ulcerazione a sx, sanguinolenta ; ancora escluso herpes, prescritto Lomexin polvere 2%.
Al 21esimo giorno, di mia iniziativa rifatto esame IGG IGM : (valore di Cut-off/positivita' > 11,5)
IGG tipo 1 = 2,2
IGG tipo 2 = 45
IGM tipo 1-2 = 7,1

Inoltre fatto esame Ricerca DNA Virale metodo : Estrazione del DNA dal campione, amplificazione genica mediante PCR (Polymerase Chain
Reaction) Real time

Esito : NEGATIVO

Intanto, comparsi dolori, non bruciori e poco prurito, all'asta che credo, (ma potrebbe essere una mia autoconvinzione) si prolungano fino alle ginocchia.
Sentito un terzo professionista che letti gli esami ed esaminato glande e prepuzio ha escluso Herpes ma non si e' pronunciato sulla natura delle lesioni.
Prescritta pomata lenitiva.
Per una settimana dopo l'ultimo consulto, i dolori sono continuati ma scemando e ad oggi ( dopo circa un mese esatto) rimangono solo delle vistose lesioni rosse sul glande non dolorose e un po' di fastidio generalizzato in zona pubica.

Anche se due professionisti su tre ( e credo anche le analisi) hanno escluso l'herpes, non riesco a togliermi dalla testa che molti dei sintomi che ho avuto coincidano con quelli di questa infezione....e purtroppo la tendenza a farsi dell'autodiagnosi in questi casi e' letale per la psiche.
Potrei avere un vostro gentile parere ?
Inoltre..: avere le IGG con i miei valori, significa aver sviluppato l'immunita' a fronte di contatto o che il virus c'e' ed e' latente in attesa di fare outbreak alla prima occasione ?

Vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Valerio Langella
40% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Le IgG indicano esclusivamente un avvenuto contatto, non una protezione. cio' è tanto piu' vero per le caratteristiche dell'Herpes Virus. Nella infezione primaria la comparsa di IgM precede di poco quella di IgG , è di breve durata ma può ripresentarsi anche in occasione di episodi ricorrenti; al contrario il livello di IgG tende a mantenersi per più tempo.
Ciascun episodio non modifica significativamente il livello di anticorpi circolanti la cui presenza sia in termini quantitativi che qualitativi non sembra correlare con la frequenza e la gravità delle ricorrenze nè sembra proteggere dalle reinfezioni.La Ricerca DNA Virale dipende dal campione (ovvero dal sito lesionale di prelievo). Le consiglio un nuovo tampone lesionale (in due-tre aree diverse) se dovesse ancora patire il disturbo (augurandomi di no!). La diagnosi è per lo piu' clinica e le risposte anticorpali spesso danno dei quadri non di univoca interpretazione. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dr. Langella, in effetti il tipo di ricerca virale e' stato eseguito sul campione di sangue, poiche' in pochi giorni le ulcerazioni guarivano senza lasciare tracce come crosticine o cose del genere rendendo difficile il timing dell'operazione.
Oltretutto, nella mia citta' solo un laboratorio prevede il prelievo dalla lesione, ma attraverso un metodo "fai-da-te" con un kit....ho preferito soprassedere perche' non credo di avere la manualita' sufficiente ad effettuare l'operazione...
A tutt'oggi dunque, nonostante due pareri di professionisti su tre siano negativi, resto col dubbio, il che, psicologicamente parlando, non mi rassicura e mi lascia con moltissimi interrogativi sulla profilassi nell'ambito della vita quotidiana e sessuale..