Utente 128XXX
Salve, ho fatto gli esami del sangue per vedere i livelli della tiroide e sono risultati nella norma ... il problema è che ho scoperto di avere il colesterolo altissimo

LDL 180 ... c'è scritto che dovrebbe essere tra i 70 e i 139
TOTALE 267 ... c'è scritto che dovrebbe essere tra i 130 e i 219
TG 117 ... c'è scritto che dovrebbe essere tra i 30 e i 149
... purtroppo sono esami giapponesi e non mi hanno messo il HDL ... c'è un valore chiamato LD(LDH) a 190 ma penso sia qualcosa del fegato

Questo mi sta spaventando molto, premetto che vivo in Giappone dove il cibo è molto salutare ... bevo litri di te' verde, mangio alghe, mangio pesce ... non mangio formaggi, niente grassi ... ogni giorno cammino un'ora costante tutti i giorni ... pressione arteriosa sempre abbastanza bassa tra i 105 e i 115 ... di contro però sono sempre ansioso e lavoro 6-8 ore al computer tutti i giorni .... ho 35 anni, sono alto 1,70 e peso 68kg

Capisco che il consiglio sia "mangia meglio e fai più movimento" ... ma io già mangio bene (escluso magari che bevo tutti i giorni il latte, mangio magari qualche cazzatina tipo patatine ma non penso che sia questo a darmi un colesterolo simile) ... inoltre già cammino un'ora tutti i giorno e non penso che camminare due ore mi risolva il problema

CHE FORSE io ho il colesterolo alto di natura?
Non bevo, non mi drogo, non fumo, dormo molto, non sono obeso ... mangio abbastanza bene e cammino un'ora al giorno ... nonostante questo è il LDL ad un valore preoccupante

Premetto anche tutti gli altri valori del sangue sono tutti nella norma ... che devo forse abbassare il colesterolo con dei farmaci?

Inoltre ho un'ultima domanda, ogni quanto è consigliabile controllarlo? Cioè se anche camminassi il doppio e mangiassi insalata e basta, l'abbassamento del LDL si vedrebbe entro un mese o essendo molto alto servono magari tipo sei mesi? ... sono un caso disperato o un LDL da 180 è ancora recuperabile magari per esempio ad un 130 senza farmaci?

Grazie
[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Francamente la sua condizione non mi sembra così preoccupante. L'ipercolesterolemia fa parte di un gruppo di fattori di rischio cardivascolari e fortunatamente (non solo per fortuna ma certamente anche per le sue corrette abitudini di vita) nel suo caso non si accompagna nè ad ipertensione e diabete nè tantomeno ad obesità e fumo. Sia quindi sereno e controlli i valori una volta l'anno. Per quanto riguarda la terapia farmacologica da lei accennata penso che una tale terapia rappresenti al momento per lei più un rischio, per gli eventuali effetti indesiderati, che un'opportunità. Buona Pasqua.
[#2] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio della celere risposta ... per stare comunque tranquillo a livello di testa cercherò di capire il DHL e farò il calcolo che ora non ricordo, mi sembra "colesterolo totale diviso DHL e il valore deve essere meno di 5) ... mi sono anche però dimenticato di dire che ho un'ernia iatale abbastanza pesante che in queste due settimane mi sta dando un reflusso fortissimo e mi sento lo stomaco "stretto" e continuo a ruttare ogni 20 secondi ... scrivo questo perchè qualche dottore online dice che quando nel corpo c'è un infiammazione in corso può essere che il colesterolo si alzi, quindi potrebbe essere un'ipotesi

La ringrazio ancora della celere riposta e buona Pasqua anche a lei!!!