Utente 245XXX
Salve. Vorrei chiedere consulto riguardo a questi sintomi. Da circa un mese ho cominciato ad avere problemi di ansia (principalmente di tipo ipocondriaco) e anche episodi di attacchi di panico (per fortuna terminati, per ora). Ora sto molto meglio, l'appetito è tornato alla normalità e la mia vita è tornata (quasi) come prima. Ci sono però piccoli momenti della giornata nei quali la cosa torna. Poiché, però, faccio fatica a riconoscere realmente le cause (spesso inspiegabili) e distinguere se l'ansia causa i sintomi o viceversa, vengo qui a chiedere consulto.

Quello su cui volevo chiedere informazioni erano questi episodi di tachicardia e cardiopalmo. Cerco di spiegare meglio. Mi succede a volte dopo mangiato (ma ho immaginato fosse legato alla digestione), oppure ogni tanto quando tento di schiacciare un pisolino non notturno; non riesco a dormire veramente bene, ho come un'ansia subdola e il cuore che batte fortissimo (di intensità, non tanto velocità). Una notte mi sono pure svegliato per andare ad urinare, e (forse mi ero alzato troppo di scatto) in bagno ha cominciato a battermi il cuore fortissimo (anche di velocità) nonostante il mio stato non fosse apparentemente ansioso (ero più che altro ancora mezzo addormentato). Un'altra notte mi sono svegliato con una tachicardia e delle extrasistoli spaventose, sembravano non finire mai! Per fortuna, però, questo è successo soltanto una volta. Tempo fa una dottoressa mi disse di sentire delle piccole extrasistoli, ma io sinceramente non me ne sono mai accorto (tranne quella notte).
Ricordo di avere avuto questi episodi (soprattutto cardiopalmo) anche prima della mia vera e propria ansia un mese fa, in periodi nei quali facevo comunque fatica a dormire e sicuramente ero sotto pressione emotiva per vari fattori.

Inoltre ho spesso anche sensazioni (soprattutto quando ci sono cambiamenti climatici) di giramento di testa, quasi sempre associate a questi periodi in cui si manifesta la mia ansia. Per finire in questo periodo ho un dolore continuo ai muscoli delle braccia ma non credo che possa essere connesso ad un possibile problema cardiaco.
C'è da dire che ho anche effettuato, un mese fa, vari ECG, un Holter e anche un'ecocardiografia dalle quali è risultato che ho un cuore sanissimo. In famiglia ho soltanto una nonna e una zia (sua figlia) cardiopatica, ma nessun familiare di primo grado.

La domanda quindi sorge spontanea. Nonostante questi episodi di tachicardia, cardiopalmo e battito talvolta accelerato senza motivo, posso continuare a stare tranquillo e imputare il tutto al mio stato ansioso? Quali rimedi "naturali" potrei prendere per alleviare lo stress del mio cuore, dato che comunque sono episodi spiacevoli e fastidiosi?

Grazie dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Vista la Sua giovane età, la descrizione dei sintomi e soprattutto la negatività degli esami cardiologici cui si è già sottoposto, si può dedurre con ragionevole certezza che i Suoi disturbi sono esclusivamente legati alla sfera psichica e non ad una cardiopatia organica. Pertanto, non è possibile consigliarLe "rimedi", ma solo il banale consiglio di non spaventarsi in occasione di episodi in cui semplicemente l'attività del Suo cuore si rende maggiormente percepibile.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Ok lo immaginavo. Purtroppo sono sintomi piuttosto fastidiosi, in particolare quando il tutto si accompagna da una specie di dispnea (a questo punto quindi direi non patologica) e sensazione di svenimento. Cercherò di calmarmi. La ringrazio della risposta.