Utente 574XXX
Non avendo mai avuto bisogno di monitorare patologie particolari circa la fertilità in gioventù e visto che neanche un problemino appariva evidente e la mia vita sessuale si manteneva su livelli del tutto normali, mai ho effettuato controlli. Ora, a 39 anni, felicemente sposato da 3 e col desiderio di avere un bimbo, si sono palesati molti problemi, culminanti nello spermiogramma del 17/11/07 che vado a descrivere:
- ASTINENZA 3 gg.
- ASPETTO torbido
- FLUIDIFICAZIONE completa dopo 60 minuti
- VISCOSITA' normale
- CONCENTRAZIONE 500.000/ml
- CONTA TOTALE PER EIACULATO 1.500.000
- MOTILITA' ALLA 1° H 0%
- MOTILITA' ALLA 2° H 0%
- DIAGNOSI > SEVERA OLIGOASTENOZOOSPERMIA
In più, per non farmi mancare niente, mi è stato diagnosticato anche un varicocele tra il II° ed il III° Grado. Naturalmente, il risultato è che sono piombato in uno stato di depressione da record che, a tutt'oggi, mi impedisce anche di avere una vita sessuale normale, in quanto diverse volte oramai mi capita anche di avere problemi di erezione.
Credo - e spero che Voi me ne diate la conferma - che in questi problemi ci sia una evidente predominanza mentale ma ovviamente anche una sostanziosa base organica. Domando: a 39 anni è da consigliarsi un intervento di correzione del varicocele? La situazione potrebbe migliorare o è stata definitivamente minata dalla mancanza di monitoraggio che ha fatto emergere questa patologia solo alle soglie dei miei 40 anni ?
Sono ancora in tempo per qualcosa ? C'è ancora qualcosa da poter fare ?
Pendo dalle Vostre Illustri labbra...
Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

non si fasci la testa prima del dovuto e non indugi ad affidarsi ad un andologo che inquadri dettagliatamente il suo caso alla luce di visita e di verisimili ulteriori accertamenti.

[#2] dopo  
Dr. Antonio Celia
16% attività
0% attualità
0% socialità
BASSANO DEL GRAPPA (VI)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2008
Sono sicuro che nella sua città ci sono bravi uro-andrologi che possono seguirla; qualcuno troverà "qualcosa da poter fare" per aiutarla a risolvere il problema.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

indubbiamente la sua situazione "seminale" sembrerebbe abbastanza compromessa e con poche possibilità di consentirle una fecondazione "naturale". Ripeta l'esame del liquido seminale per confermare o smentire tale dato .
Personalmente, alla sua età e con tale situazione seminale, non vedrei indicazioni alla correzione chirurgia del varicocele . Piuttosto mi affiderei ad un centro di Procreazione Medicalmente Assistita per una procedura ICSI
cari saluti