Utente 198XXX
Salve,

Spesso la frequenza dei miei battiti cardiaci si aggira intorno ai 75-85 battiti al minuto, anche se non sto facendo nulla di particolare (sono seduto o comunque non faccio sforzi particolari). Difficilmente trovo una frequenza di 65-70.

Circa 2 anni fa il medico curante misurò valori di pressione abbastanza alta, intorno ai 160-180, ma sono quasi sicuro che era dovuto all'ansia (sono una persona MOLTO MOLTO ansiosa), infatti ogni volta che vado dal medico anche per un semplice controllo mi sento molto agitato e ansioso.

Il medico mi aveva prescritto ulteriori esami:

- Dall'ECG è risultata un po' di tachicardia. Il cardiologo mi ha prescritto una visita internistica, dalla quale non risultò nulla di particolare e l'internista mi suggerì il Kavans per l'ansia, che però non mi pare che avesse alcun effetto.

- Durante l'ecocardiogramma il cuore è risultato nella norma, tranne una lievissima insufficienza mitralica. Il medico mi ha tranquillizzato dicendo che non è nulla e che ce l'hanno molte persone, è vero ? Anche mia madre ne soffre.

Misurando la pressione a casa ce l'ho sempre nella norma (120-80) tranne qualche gg fa, a Pasqua, in cui era 140-90, e poi dopo alcuni minuti è scesa a 130-90, e il giorno dopo 120-80.

Mi sento spesso ansioso: quando devo andare da un medico, quando devo fare qualcosa di nuovo (per es. un uscita con persone nuove), ecc e il cardiologo mi ha detto che anche se l'aumento di pressione si verifica solo per l'ansia non è comunque una cosa da sottovalutare.

Sono un po' in sovrappeso (85kg e sono 177 cm) e molto sedentario (lavoro al pc), ma in questo periodo sto cercando di curare le mie abitudini mangiando meno (1200-1300 kcal al giorno per perdere peso), e meglio (evitando cibi dannosi e riducendo il sale), e per adesso ho preso l'abitudine di andare in ufficio a piedi, così faccio circa 20 minuti di camminata veloce all'andata e 20 al ritorno, più o meno ogni giorno.

Non bevo (tranne una birretta raramente con amici), non fumo (tranne un sigaro molto raramente) e non ho mai usato stupefacenti.

Bevo caffè in genere 2 volte al gg circa, a volte 3.

Considerando che mio padre (e anche suo fratello, mio zio) soffrono di ipertensione e prendono la pillola apposita, e considerando che mio nonno (loro padre) è morto dopo vari ictus (ma mangiava molto grasso), secondo voi devo preoccuparmi o quanto riferito può essere considerato nella norma e basta curare le mie abitudini ?

Altra cosa. Mi piace cucinare ed uso spesso (a volte anche abbondando) varie spezie etniche, tra cui: curcumina, coriandolo, cumino, zenzero, peperoncino, paprika, curry, ecc... Ci sono delle controindicazioni ?

E' vero che mezzo bicchiere di vino rosso a tavola fa bene al cuore ? (a me non piace proprio, lo bevo per questo!).

Infine, avete modo di consigliarmi delle medicine omeopatiche/erbe che siano abbastanza efficaci per l'ansia e che potrei prendere regolarmente per tenerla sotto controllo ?

Grazie mille!
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei ha evidentemente una familiarita' per ipertensione, ma i valori che riferisce sono probabilmente normalizzabili con una drastica riduzione del peso.
Cosi' come anche la frequenza cardiaca e' piu' elevata nel paziente sovrappeso, per molte ragioni.
Cerchi di assumere meno sale possibile nella dieta.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  


dal 2015
grazie per le indicazioni. Quale sarebbe più o meno il peso su cui dovrei mantenermi. Io vorrei riuscire ad arrivare almeno a 70-73 kg, sperando di riuscirci va bene questo peso ?

Riguardo la lieve insufficienza mitralica è vero che non è nulla di che e non devo preoccuparmi o fare particolari attenzioni?