Utente 246XXX
Ciao a tutti ,
Mio figlio gia da neonato soffriva spesso di pancia . un giorno a 16 anni tornato da scuola si sentiva malissimo : vomito, dirrea ,dolore di pancia fortissimo fino a piangere ( lui é un tipo forte nn lo avevo visto mai piangere cosi'.) Chiamo il medico di fiducia é mi garantisce come al solito che é un virus che gira in tutto il paese . dopo 2 ore lo porto al pronto soccorso e siccome lui nn riusciva a stare fermo gli anno dato un antidolorifico a puntura e si calmo , gli passo tutto e ritornammo a casa . Alle 10 di sera si ando' a coricarsi con un po di mal di pancia . Sembrava tutto ok . Ma Alle 3 di notte mi ha svegliato piangendo e si sentiva la pancia rigida e immobbile riusci a scendere le scale per forza . E lo portai all'Ospedale . nn riuscivano a capire cosa aveva e gli davano calmanti per farlo riposare . alle 9 di mattina lo ha viitato il primario di kirurgia e fortunatamente lo ha operato di urgenza.
Al termine dell'operazione il pimario mi ha detto che era un appendicite acuta 10 cm con peritonite .( Questo spiega la su sofferenza ) .
Ma mi avviso che dagli controlli che facevano durante l'operazione e dei giorni successivi risultava esserci la sindrome di brugada .( Dentro la sala operatoria il primario di kirurgia aveva kiamato il primario di cardologia avvisandomi che mio figlio durante l'operazione poteva aver un'arresto ) nei giorni seguenti continuava a star male e dalla eco di controllo si vedeva un ascesso pelvico nel cavo,di douglass di dimenzioni giganti 600ml . Il primario decise di impiantargli per un po un drenaggio mirato con una tac. dopo 1 mese uscimmo dall'ospedale e lui era quasi del tutto guarito . dopo 3 gg ritornammo in ospedale perche si risveglio con un oppressione della gabbia toracica. mentre era in consulto in cardilogia gli si abbasso la pressione a 50 e lo tennero sdraiato in barella per qualche ora poi l'indoman passo in kirurgia per una subocclusione dell'intestino . dopo un giorno riusci ad evaquare un fecaloma grossissiomo tramite lassitivi e perette . lui continua ancora adesso a prendere un po di lassativo fin quanto nn si rimette completamente in sesto . Sono passati 2 mesi e mezzo ed ora vorrei fargli fare un test di accertamento a roma nella clinica bambino gesu che mi anno detto che e' un centro specializzato.
Mi sn dimenticato a dirvi che gli anno scritto che a la sindrome di brugada da quanto e' nato e gli si sviluppa negli stress emotivi essendo che appena gli passo a febbre dopo 3gg dall'operazione nn risultava + la sindrome.
Nella famiglia nn e' morto nessuno per morte improvvisa .
Bho nn so che fare se mi accertono la sindromo si devi impiantare per forza un defribbrillatore automatico ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
innanzitutto la sindrome di Brugada richiede una ben specifica diagnosi elettrocardiografica nonchè genetica e mi sembra davvero difficile, se non impossibile, effettuare diagnosi corretta durante un intervento chirurgico. Giammai poi il ragazzo fosse affetto da tale alterazione, non di certo è indicato il defibrillatore, che trova indicazione solo se c'è una chiara mortalità familiare improvvisa o in caso di chiara sintomatologia aritmica. Attenda l'esito delle indagini, ma probabilmente e spero vivamente per il ragazzo, l'esito sarà negativo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 246XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio per la cortese risposta .