Utente 246XXX
Buonasera e prima di tutto grazie per lo splendido servizio.
Circa 12 anni fa ho iniziato ad avere sintomi di fastidio e dolore all'inguine dx. Dopo vari consulti hanno deciso che era appendicite. Ma cosi non fu perchè dopo un paio d'anni i sintomi sono tornati e mi hanno operato d'ernia ing. dx (visita al pronto soccorso e ricovero 2 gg dopo d'urgenza per rischio strozzamento nello scroto). l'operazione sembra andata bene salvo un capillare che perdeva e mi costringeva a punture per togliere il sangue e il medico che mi ha tolto la graffetta gigante (scusate non so il nome tecnico) mi ha detto che a lui sembrava presto ma l'ha rimossa cmq. Ad oggi periodicamente mi ritrovo ad avere dolori sulla cicatrice, un fastidio che sotto sforzo si irradia ai reni e agli ureteri (ma nulla di insopportabile) e fastidio all'inguine. Ho fatto varie visite ma nessuno che mi dicesse effettivamente se fosse una recidiva o un aderenza (ipotesi piu probabile).
ma arriviamo ad oggi.
Sono circa 3 settimane che sento un formicolio sul lato dx dello scroto e un senso di gonfiore sempre dalla stessa parte che non riesco a collocare (se sulla parete superiore dello scroto o sull epididimo) . Il tutto contornato dal solito bruciore sulla cicatrice e fastidio a reni e ureteri. Il medico curante mi ha fatto fare esami delle urine e dato OKI (antiinfiammatorio) e antibiotico (Levofloxacina) per curare un eventuale infezione dell'apparato urogenitale nonostente l'esame delle urine abbia dato esito negativo. Quello che posso dire è che sotto effetto di antibiotici l'effetto il bruciore e senso di formicolio è calato ma dopo un rapporto sessuale è tornato esatamente come prima.
Quello che vorrei chiedervi è se questi sintomi possono essere compatibili a quanto segue:
Sintomi da aderenza post operatoria (soprattutto formicolio e senso di gonfiore al lato dxdello scroto)
Sintomi di un altra ernia.
Sintomi da non attribuire a aderenza o problemi di ernia ma piu legati ad infezione.
Spero di essere stato abbastanza completo nella descrizione della sintomatologia.
In caso sono a completa disposizione per qualsiasi approfondimento.

Grazie ancora

Davide

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì è stato chiarissimo. Ma capirà bene che se
>>Ho fatto varie visite ma nessuno che mi dicesse effettivamente se fosse una recidiva o un aderenza (ipotesi piu probabile).>>
non è stata chiarita la sintomatologia con diverse visite reali a maggior ragione è più difficile (ed è vietato fare ipotesi avventate) apportare un contributo con lo strumento telematico che proprio in casi come i suoi mostra tutti i suoi limiti.
Da quanto scrive alla situazione precedente, già complessa, si sono sovrapposte ulteriori concause di origine infiammatoria.
>>sotto effetto di antibiotici l'effetto il bruciore e senso di formicolio è calato ma dopo un rapporto sessuale è tornato esatamente come prima>>
[#2] dopo  
Utente 246XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per il suo feedback.

In realtà sembra che ogni volta che mi compaia un fastidio o un dolore all'inguine dx sia un pò un mistero per i medici che ho consultato. Mi chiedevo se esiste un esame che possa verificare se effettivamente i mie fastidi sono di natura .. come dire.. muscolare... o se c'è qualche problema causato dall'operazione.

ad ogni modo il mio medico curante mi ha dato un altro ciclo di antibiotici e di antiinfiammatori in attesa di eco scrotale.

Spero che questo esame possa far almeno luce su una parte della sitomatologia.

Grazie ancora