Utente 802XXX
buonasera egregi Dottori,
ho 41 anni e credo che sia arrivato il momento di assumere il cialis e mi chiedevo se posso farlo con tranquillità oppure devo avere paura degli effetti indesiderati e inoltre mi potreste dire come devo assumerlo.
Vi sarei grato se potreste rispondermi, grazie
Nell'attesa, cordialmente saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

prima di assumere farmaci bisogna fare una precisa e corretta diagnosi sulla causa che sta scatenando il suo problema sessuale e quindi bisogna sentire in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 802XXX

Iscritto dal 2008
ho fatto diversi esami del sangue ed i risultati sono tutti nella norma quindi non può darsi che sia dovuta ad un fatto psicologico dovuto a stress sul lavoro e in questo periodo la fatica di andare avanti quindi ho pensato ad un aiuto momentaneo
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

fatti gli esami, con la relativa valutazione ecocolordoppler delle arterie peniene, se questi sono nella norma, bisogna ora risentire in diretta il suo andrologo e con lui studiare quale sia la corretta strategia terapeutica da impostare che potrebbe anche essere "un aiuto momentaneo".

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 802XXX

Iscritto dal 2008
Dove mi devo rivolgere per eseguire l'ecocolordoppler?
cordialità
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La cosa più saggia da fare ora è risentire il suo andrologo od il suo urologo che si spera abbia chiare competenze andrologiche; lui le indicherà la struttura, vicina alla sua residenza, dedicata dove fare questa prima valutazione diagnostica, di tipo andrologico, orientativa.

Cordiali saluti.