Utente 111XXX
gentili medici, vi sottopongo lo spermiogramma di mio marito, effettuato per indagini su infertilità secondaria, cerchiamo una nuova gravidanza da 2 anni, il primo figlio ne ha 5. Io ho le tube aperte, esami ormonali a posto a parte la prolattina, ma assumo bromocriptina e gli esami si sono regolarizzati.
Vu sarei grata se voleste darmi un parere circa la possibilità di ottenere un concepimento naturalmente e se esistono cure per aumentare significativamente la mobilità, in attesa di vedere l'andrologo.
Premetto che la spermiocultura è negativa e non c'è varicocele.
(parametri who)
Valutazione macroscopica nella norma, ph 8.1 volume 2.9, viscosità <2
N' spermatozoi/ml 21.44 x10 alla sesta
N' sperm/eiaculato 62.17 x 10 alla sesta/ eiaculato
MOTILITA' a 60'
Classe a+b 11% (rif >32%)
classe a+b+c 14% (>40%)
classe a 5%
classe b 6%
classe c 3%
classe d (immobili) 86%

MORFOLOGIA
Tipici 21%
Atipici 79%
cellule rotonde 6%
leucociti nella norma
Elementi li nea germinativa nella norma

Test all'eosina a 60' 60% (>58)
test particelle adese negativo

Conclusioni: astenozoospermia

Vi ringrazio infinitamente per qualsiasi consiglio, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

la presenza di una astenozoospermia non ci permette però di capire automaticamente quale è il problema che la determina e qui solo il suo andrologo potrà, dopo attenta valutazione clinica del quadro complessivo che caratterizza la situazione di suo marito, darle l'indicazione terapeutica precisa e mirata.

Nel frattempo, se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Egr. Dott Beretta, la ringrazio per la sua celere risposta.
mio marito farà la visita dall'andrologo, nel frattempo mi permetto di rivolgerle un'ulteriore domanda: secondo la sua esperienza tramite l'uso di appropriati integratori alimentari (ammesso che non ci siano problemi come varicocele o disturbi dell'equilibrio ormonale, ma solo stress e condizioni di vita sfavorevoli quali sedentarietà, ecc) è possibile innalzare significativamente la motilità degli spermatozoi?
E con una motilità così bassa sarebbe comunque possibile la fecondazione?
La ringrazio anticipatamente per la sua cortesia.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

Esistono diversi studi che confermano miglioramenti qualitativi degli spermatozoi dopo uso di integratori con funzioni antiossidanti. L' esame del liquido seminale riporta valori quantitativi e qualitativi che esprimono una valutazione statistica sulle probabilita' di concepimento, quindi anche iparametri di suo marito non escludono la possibilita'di concepimento.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Egr Dott Maretti, la ringrazio davvero per la sua risposta che mi ha un pò confortata in attesa della visita andrologica, dopo la "brutta sorpresa" dell'esito dello spermiogramma, dato che avendo già un figlio non ci aspettavamo un risultato così preoccupante.
La ringrazio e la saluto cordialmente!
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

come ha giustamente detto già il collega Maretti, l'esame del liquido seminale di suo marito, con i numeri presentati, non esclude la possibilità di una gravidanza anche spontanea, a maggior ragione questo discorso vale per le tecniche di riproduzione assistita.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mo Dott Beretta, purtroppo mio marito è contrario alla PMA. Io, a malincuore accetto il suo punto di vista, pur non condividendolo, quindi la nostra unica speranza è che ci sia un rimedio alla sua astenozoospermia, e che l'età (quasi 38 anni entrambi) e gli ulteriori problemi da parte mia (iperprolattinemia, utero fibromatoso) non siano troppo sfavorevoli al concepimento naturale.
Grazie ancora per la sua gentilezza!
Cordiali saluti!
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene ora , senza ansie e paure inutili, risentite il vostro andrologo e ginecologo e con loro dovete valutare la strategia terapeutica più indicata e mirata e che non crei tensioni all'interno della vostra coppia.

Ancora un cordiale saluto.