Utente 246XXX
Gentili dottori,
Dieci giorni fa ho subito una plastica del prepuzio con la tecnica di Duhamel per correggere una fimosi.
La piccola crosta della ferita si è oramai staccata ed i primi punti iniziano a cadere.
Il problema è che, forse per timore, non riesco a scoprire il glande con naturalezza anche se il chirurgo mi ha consigliato di "esercitare" la pelle del prepuzio e me stesso per abituarmi, dovrei attendere qualche altro giorno ancora per farlo?
Inoltre, potrei ricominciare le normali pratiche di igiene personale con un normale sapone intimo?
Ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi.Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

la consigliata ginnastica del prepuzio post-intervento è utile attuarla sin da subito, per garantire migliore elasticità della pelle e per migliorare la detersione dei punti di sutura.


ora, prima di usare saponi detergenti, è utile monitorare la cicatrizzazione dei punti sutura: questo per evitare che la eccessiva schiuma o i residui di sapone possano macerare la pelle.

perciò, senta il chirurgo che l'ha operata perchè possa valutare l'andamento della cicatrizzazione prima di iniziare i saponi intimi.

cordialità
[#2] dopo  
Utente 246XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottor Colpi,
la ringrazio per la rapida ed esauriente risposta.
Purtroppo il mio chirurgo non mi ha dato particolari indicazioni sull'igiene da tenere durante la degenza, potrebbe consigliarmi come o cosa utilizzare per questo periodo?
Ancora grazie mille.Cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

può eseguire dei semplici lavaggi con un blando disinfettante a base di Euclorina .

tenga conto che è un semplice disinfettante locale da sciogliere in acqua e che non deve sostituire le altre terapie già previste dal suo specialista referente.

cordialità