Utente 247XXX
Gentili Dottori, sono un uomo di 36 anni. Più di 10 anni fa mi sono sottoposto ad intervento di varicocele di 2° grado a sx (Ivannisevich), e 2 anni fa mi sono sottoposto ad intervento di ernia inguinale bilaterale e varicocele di 3° grado a sx.
Vi scrivo perchè da prima dell'ultimo intervento noto che dopo il primo rapporto sessuale (preciso che i miei incontri non sono occasionali ma sempre con la mia fidanzata), che avviene senza problemi e con grosse soddisfazioni per me e la mia fidanzata, in intensità e durata, faccio molta fatica ad avere un secondo rapporto.
Ho provato anche a masturbarmi (perdonate il linguaggio diretto, spero di non essere volgare o peggio di non offendere alcun lettore) e, a volte, dopo la prima, riesco anche ad effettuarne una seconda.
A volte riesco ad avere anche un secondo rapporto ma quasi sempre incompleto.
Prima di sottopormi ad intervento mi sottoposi a parecchi esami, tra cui un eco prostatica che è risultata negativa, più spermiogrammi, che non erano allarmanti, ripetuto, poi, circa sei mesi fa ed era più che perfetto.
Fino a qualche anno fa non avev"problami", le mie prestazioni, in numero, arrivavano anche a 5.
Cosa mi è successo nel frattempo?
Dal punto di vista sessuale posso ritenermi normale?
Vi ringrazio per le eventuali risposte, e vi ringrazio per tutte quelle che nel passato mi hanno tranquillizzato ed instradato meravigliosamente.


Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'età che avanza porta ad un calo fisiologico del numero delle prestazioni sex e l'importante è una buona prestazione sex che a quanto ci racconta è così anche nel suo caso.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Credo, da quello che dice , che non ci siano problemi importanti. Con l'età ,anche in soggetti in buona salute,si allunga il periodo refrattario tra un rapporto e l'altro , mantenga uno stile di vita adeguato per mantenere a lungo la sua salute sessuale e ,se dovesse notare problemi inerenti la sua erezione ,consulti un andrologo della sua zona .

distinti saluti.
[#3] dopo  


dal 2016
Innanzitutto grazie infinite per le sollecite risposte.
Mi chiedevo, però, se fosse possibile migliorare sessualmente in numero di prestazioni, magari con una dieta alimentare appropriata, visto che accuso puntine di colesterolo al limite.
Perdonate l'insistenza, ma l'argomento è per me molto importante.

Grazie.
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

Da questa postazione e' impossibile darle terapie, si consulti con il suo medico ed eventualmente con lo specialista di riferimento.

Cordiali saluti