Utente 247XXX
Salve dottore, vorrei chiederle un consiglio sulla dieta più appropiata per una persona anziana che ha subito un intervento per un occlusione intestinale il quale ha comportato l'esportazione di parte del colon (40cm), soffre di calcoli alla colicisti e mostra sporadicamente sintomi di stitichezza, per di più, a causa della mancanza dei denti non riesce a masticare bene il cibo. L'intervento è stato effettuato circa 3 settimane fa.
La ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Per la calcolosi, se è sempre stata asintomatica non ci sono particolari raccomandazioni, tranne evitare a scopo preventivo uova fritti e grassi.
Per la stipsi, credo occorra attendere un po' per vedere come si stabilizza la situazione a maggiore distanza dall' intervento e poi regolarsi di conseguenza secondo le indicazioni del suo medico , anche considerando il problema a masticare. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per l'immediata risposta, agiremo di conseguenza, al momento le diamo solo cibi frullati, omogenizzati e pastina della plasmon ma il medico chirurgo che l'ha medicata oggi ha consigliato di modificare la sua alimentazione facendole mangiare qualcosa di più solido come polpette. Dal momento che ci sembra molto presto per ritornare ad un'alimentazione solida volevamo solo una conferma su cosa fosse più opportuno farle mangiare.
[#3] dopo  
Dr. Sergio Sforza
36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, a distanza di 3 settimane è possibile ritornare ad un' alimentazione solida dopo un intervento sul colon e 40 cm non rappresentano un deterrente ad una dieta leggera varia. Sugli alimenti in particolare solitamente non vi sono particolari restrizioni, sempre che la calcolosi della colecisti rimanga asintomatica.
Cordiali saluti.