Utente 247XXX
Buongiorno Dottore,
il mio compagno ha appena ritirato gli esiti del recente spermiogramma, datato Aprile 2012:

MODALITA' RACCOLTA
durata astinenza: 6 giorni
raccolta del campione: non completa (persa frazione iniziale dell'eiaculato)

LIQUIDO SEMINALE
Aspetto: grigio opalescente
Volume: 4.1
pH: 8.0
Fluidificazione: regolare
Viscosità: ridotta
Numero spermatozoi:37 milioni
Totale per eiaculato: 151,7 milioni
Forme tipiche: 5%
Forme atipiche: 95%
Motilità progressiva (PR): 49%
Motilità non progressiva (NP): 8%
Immobili (IM): 43%

Leucociti: rari
Cellule germinali immature: rare
Emazie: assenti
Cell. epiteliali di sfaldamento: assenti
Cristalli: assenti
Corpuscoli prostatici: assenti
Agglutinazioni: assenti
Aggregazioni: assenti


Il precedente spermiogramma effettuato nel 2010, ancora secondo secondo i valori WHO 1999, riscontrava sempre valori normali tranne che per la morfologia (di fatti, vi era apportata la nota finale: Quadro di normozoospermia con teratozoospermia):

MODALITA' RACCOLTA
durata astinenza: 3 giorni

LIQUIDO SEMINALE
Aspetto: proprio
Volume: 3,4
pH: 8.3
Fluidificazione: regolare
Viscosità: normale
Numero spermatozoi: 50 milioni
Totale per eiaculato: 170 milioni
Forme tipiche: 22%
Forme atipiche: 78%
Motilità progressiva rapida: 20%
Motilità progressiva lenta: 40%
Non progressiva: 14%
Assente: 26%

Leucociti: assenti
Cellule germinali immature: 1,2 milioni/ml
Emazie: assenti

Nel 2010 avevano riscontrato un lieve varicocele, che dicevano non essere un problema visto il quadro generale.

Quale potrebbe essere ora, secondo lei dottore, la causa di una riduzione così drastica della % di forme tipiche (solo il 5% a distanza di 2 anni)?... L'aggravarsi del varicocele? La perdita, al momento della racolta, della frazione iniziale di sperma? La lieve cistite che il mio compagno aveva in corso al momento della raccolta?

Tengo a precisare che a inizio anno sia io che lui abbiamo assunto 3 giorni di antibiotico per riscontrata clamidia prontamente risolta (test negativo per me e tampone uretrale altrettanto negativo per lui a distanza di un mese dalla cura antibiotica).

Non ho ben compreso purtroppo i nuovi parametri di misurazione del WHO 2010 per cui mi chiedo, seppur all'interno del range minimo, il solo 5% di forme tipiche potrebbe causare problema nell'avere un bambino?

Abbiamo già preso appuntamento dall'andrologo ma mi piacerebbe molto avere anche un suo gentile parere.
La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20 attualità +20
20 socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice

per il parametro "morfologia", a livello del liquido seminale, dal 1999, dati confermati poi nel 2003, l’Organizzazione Mondiale della Sanità aveva posto dei criteri di valutazione molto ristretti e, per questo parametro, la normalità, posta prima al 50%, era scesa al 14-15% ed ora, con le nuove indicazioni 2010, ancora più ristrette, la percentuale è ancora ulteriormente scesa al 4-5%.

Detto questo comunque si ricordi sempre che la fertilità di una coppia non è legata solo ad un esame di un liquido seminale e, se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna sempre una potenziale gravidanza, può leggersi anche l’articolo, scritto dalla collega Chelo, visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html .

Un cordiale saluto.