Utente 247XXX
Salve, ho 25 e da un anno che ho problemi di erezione, dopo svariate terapie ed esami con più dottori, dopo un anno l'ultimo medico mi fece fare un ecografiatransrettale uno spermiogramma, diagnosticando una prostata leggermente ingrandita come anche le vescicole seminali ed un alto numero di leocuciti nello sperma ha potuto diagnosticare una prostatite. A quel punto feci una terapia di antibiotico x 15gg e oki. Dopodiché mi sottoposi ad una Spermiocultura e tamponi uretrali completi tutto negativo, e in base ad una visita il medico disse che la prostata era ancora ingrandita, e che si trattava di una prostatite abatterica.
L'unico mio sintomo è la difficoltà di erezione anche se da qualche giorno ho dei lievi dolori hai testicoli, fianchi e sanzione di un corpo estraneo nell'ano.
In questo momento sto effettuando una terapia di celebrax 2 al di per 15 gg e Topster per una settima dopo i 15 gg di celebrax tutto per 3 mesi.
Gentilissimi medici vorrei sapere se la terapia che sto eseguendo è opportuna al mio caso e se é normale andare a urinare pochissime volte a giorno con getto debole e pochissima urina, e quanto tempo ci vorrà per risolvere il mio problema. Grazie a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ivano Morra
40% attività
4% attualità
16% socialità
PINEROLO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
BUONGIORNO GENTILE UTENTE,
PERSONALMENTE NON CONDIVO LA TERAPIA IN ATTO, COMUNQUE RITENGO IMPORTANTE APPROFONDIRE IL DISCORSO MINZIONALE PER VERIFICARE CHE LO SVUOTAMENTO VESCICALE AVVENGA IN MODO CORRETTO.
UNA ALTERAZIONE DELLA MINZIONE, COME SI VERIFICA PER ESEMPIO NELLA SCLEROSI CONGENTITA DEL COLLO VESCICALE, PUO' PREDISPORRE A INFEZIONI URINARIE A LIVELLO PROSTATICO.
DIFFICILMENTE UN QUADRO DI PROSTATITE LIEVE PUO' SPIEGARE UN PROBLEMA ERETTILE, PER IL QUALE PUO' ESSERE UTILE UN APPROFONDIMENTO PSICOSESSUOLOGICO..
CORDIALI SALUTI