Utente 188XXX
Salve dottori, il mio ragazzo mi ha parlato di un disturbo che da un pò di tempo a questa parte lo preoccupa, di norma presenta le sue vene in superficie ma quando avverte dolore all'inguine nota contemporaneamente il suo pene rimpicciolirsi e ritirarsi, ovviamente dovrà rivolgersi di persona a un dottore competente ma mi interessava avere un anticipo sulla patologia a cui potrebbero appartenere i sintomi,se così può essere chiamata,se esiste un batterio che abbia come effetti indesiderati quelli che ho citato sopra. Vi lascio qualche informazione se può esservi utile,ha 28anni,è uno sportivo quindi normopeso,con ciò non assume particolari sostanze anche perchè cura il cuore da quando è piccolo, è cardiopatico.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,la descrizione che ci offre non permette,a mio avviso,di poter porre alcuna ipotesi diagnostica.Il pene è un organo erettile che,in condizioni particolari,quale stress,freddo etc.,tende a ritrarsi ma,ovviamente,in alcun modo a rimpicciolirsi.In assenza di sintomatologia legata a deficit erettivi (è cardiopatico),non mi allarmerei ma consulterei un esperto andrologo reale e non virtuale.Cordialità.