Login | Registrati | Recupera password
0/0

Dolore addome destro, feci strane

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    Dolore addome destro, feci strane

    Gentili,
    Ho 28 anni e Da un anno e mezzo ho problemi di intestino (feci mai solide e dolori di 2-3 giorni alla parte sinistra dell'intestino)
    e il mio medico mi ha fatto fare a settembre un esame delle feci che è risultato negativo e ha detto che soffrivo di una sindrome del colon irritabile.
    Preso per buono il suddetto verdetto non ho dato peso ai successivi problemi.
    Ora avverto un forte dolore superficiale (solo toccando o facendo movimenti particolari) alla parte bassa dell'addome Destro da circa 8 giorni
    e le mie feci sono scure con diverse punte nere (non molto lunghe, sembrano dei pezzi) al loro interno, oltre ad avere un po di muco ed un odore acre.

    Il medico continua a dire che è colon irritabile, al pronto soccorso mi hanno dato nell'ordine: antibiotici, antiinfiammatori e fermenti lattici vivi che non hanno
    sortito alcun effetto.

    Emocromo, Ecografia addominale, rx torace, tutto ok.

    Quali possono essere le cause? può trattarsi di cancro al colon? o allo stomaco?
    sono un po preoccupato,in famiglia ci sono molti casi di cancro al colon



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 505 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2011
    Non è assolutmente verosimile pensare ad una neoplasia del colon. I sintomi che descrive sono presumibilmente legati(ha ragione il suo medico) ad una IBS ovvero ad una sindrome del colon irritabile. Consiglierei un consulto gastroenterologico.


    Dr. Roberto Rossi

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Gentile utente,
    in effetti sembra la storia di un colon irritabile.

    Il colore delle feci varia a causa del transito, del tipo di alimenti, dei succhi biliari, etc.

    Per sua serenità ritengpo opportuno consiglirle una visita gastroenterologica.

    Saluti


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Gentili dottori,

    Ho dimenticato di specificare che alle volte vedo delle cose rosse all'interno delle feci. ho appena eliminato pomodori per non creare un equivoco scambiando pomodoro con sangue.

    Per il dolore i medici mi hanno consigliato aulin ma al momento non è atto allo scopo (nel senso che non sortisce effetto alcuno)

    ringrazio per il supporto che date a tanti utenti a titolo gratuito...





  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 505 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2011
    Consiglio un esame delle feci,compreso parassitologico.


    Dr. Roberto Rossi

  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Era chiaro il suo messaggio (nero, rosso = sangue nelle feci?).

    E' pur sempre possibile effettuare la ricerca del Sangue Occulto (in 3 determinazioni).

    Ritengo sempre opportuno consigliarle una visita gastroenterologica.

    Saluti.


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Gentile Dott. Rossi,
    Provvederò all'esame delle feci come da lei consigliato,
    il fatto che escludiate di default una neoplasia è già di per se ottimo...

    Cordiali Saluti,



  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Dott. Quatraro,
    grazie per la specificazione. Ripeterò l'esame delle feci che ho fatto a settembre (in 3 determinazioni presumo che sia per evitare falsi negativi).

    faccio presente che il fatto che voi escludiate una neoplasia legata al colon è una bella notizia.

    Prenderò un appuntamento dal gastroenterologo (sebbene le liste di attesa siano interminabili)



  9. #9
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Perfetto.

    Se lo riterrà ci aggiorni pure.

    Auguroni.


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  10. #10
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Gentili Dottori,
    Sono riuscito a prenotare una visita a breve termine con un gastroenterologo qui in zona (anche se dovrò aspettare una settimana).

    Cercando su internet -pur comprendendo l'inutilità di autodiagnosi quando non si è competenti- trovo che feci nere, morbide e maleodoranti(odore acre-pungente) corrispondono ad emorragie gastrointestinali.

    Poichè la suddetta descrizione rispecchia in tutto e per tutto la mia, confesso d'essermi preoccupato.




  11. #11
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Nel frattempo continuo ad avere di questi disturbi, feci molle, striature nere, muco rosso, odore acre e pungente.
    Allego foto delle feci.

    Disclaimer: il contenuto dei link di seguito potrebbe dare fastidio a talune persone.
    per aprirle basta copiare il link.

    http://imageshack.us/photo/my-images/824/img0235cr.jpg/
    http://imageshack.us/photo/my-images/513/img0234ma.jpg/
    http://imageshack.us/photo/my-images/15/img0238fv.jpg/




  12. #12
    Indice di partecipazione al sito: 505 Medico specialista in: Chirurgia generale
    Chirurgia dell'apparato digerente
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia
    Chirurgia di urgenza e Pronto Soccorso

    Risponde dal
    2011
    L'emorragia gastrica e/o duodenale è quella che solitamente causa la presenza di feci nere ( melena) . L'odore è inconfondibile e insopportabile. Inoltre i riflessi del materiale fecale è rosso. Non mi pare proprio che sia il suo caso.


    Dr. Roberto Rossi

  13. #13
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Dott. Rossi, accolgo la buona notizia che lei mi da.
    non ho parole per ringraziarla di tutte le info e del tempo che avete speso con me.

    Vi aggiornerò a seguito della visita,
    Ancora grazie



  14. #14
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Ho effettuato una visita dal gastroenterologo, il quale dopo un accurata indagine mi ha mandato (nonostante fossero chiusi) a fare una radiografia all'addome, la quale è risultata negativa.

    recita "L'esame radiografico diretto eseguito in regime d'urgenza non mostra significativi livelli idroaerei ne segni di pneumoperitoneo.

    Il gastroenterologo mi ha inoltre dato una cura di 7 giorni di antibiotico intestinale e 30 giorni di altre due medicinali (uno per parassiti e fermenti lattici), riferendo che qualora il problema dovesse sussistere si effettuerà una colonscopia.

    Inoltre Emocromo, VES, PCR, creatinina, esame elettroforetico, urea, esame urine chimicofisico, emocromo + piastrine.

    Pur sapendo che il gastroenterologo conoscerà certamente il mestiere e parla con cognizione di causa: non è consigliabile fare subito una colonscopia senza dover aspettare oltre un mese?




  15. #15
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Non ci sono gli estremi per l'urgenza ma per un corretto percorso fatto a ragion veduta.

    Saluti


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  16. #16
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Grazie Dottore, certamente seguirò la cura fornitami dal mio gastroenterologo.

    Riguardo il dolore basso-addome destro superficiale forte solo al tatto e quando si è in piedi o sdraiati ma mai seduti, il gastroenterologo che mi ha visitato ha ipotizzato che potrebbe trattarsi di un infiammazione muscolare dovuta alla biopsia inguinale effettuata poco più di due settimane fa (anche se non si attenua con Aulin ma il dolore è minore da appena svegliato) sebbene il chirurgo lo escluda.

    Buon weekend a lei ed a tutti gli altri medici



  17. #17
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Salutoni


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  18. #18
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Gentile Dottore,
    su consiglio del gastroenterologo ho effettuato una visita con il chirurgo che mi ha operato, il quale sostiene che il dolore addominale inferiore dx non c'entri nulla con l'intervento subito (a parte aver riscontrato un ernia ombelicale)
    il suddetto ha inoltre aggiunto che se si trattasse di un dolore muscolare, quest'ultimo dovrebbe passare con aulin o oki (antiinfiammatori) ma poichè ciò non s'è verificato mi ha consigliato una colonscopia.

    il gastroenterologo non è dello stesso avviso.
    il dolore (superficiale, solo al tatto) si verifica maggiormente quando si è in piedi o sdraiati, insomma quando la parte è maggiormente in tensione, al mattino o se sono a riposo senza camminare il dolore quasi sparisce.

    questo inizialmente al chirurgo faceva pensare a qualcosa a livello di muscolo ma è dell'avviso che poichè non passa con aulin si tratta di colon.

    il mezzo telematico mi fornisce lo slancio per confessare che sono piuttosto svilito da questi tira e molla.



  19. #19
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Cosa intende per

    <<l'intervento subito>>,

    quale intervento ?


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  20. #20
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    gentile dr. quatraro,
    il 21 aprile in questa stessa pagina ho spiegato che ho subito ad inizio aprile una biopsia inguinale (rimozione linfonodo)




  21. #21
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Benissimo per il chiarimento onde fugare dubbi.

    (immagino che la zona inguinale sia la destra).

    Comprendo il suo imbarazzo perchè
    <<svilito da questi tira e molla.>>

    Ordunque,
    un dolore che passa a riposo e si accentua con i movimenti,
    per quel poco che so, non lascia pensare a dolori intestinali,
    bensi a problemi di parete (muscolari?).

    Purtroppo il limite del consulto on-line è quello di non poter mettere una mano sull'addome.

    Saluti



    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  22. #22
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    gentile dottore, ho ritirato le analisi che il gastroenterologo mi ha assegnato.
    ad un occhio non esperto risultano i valori tutti nella norma, i valori della ves e della pcr sono rispettivamente di 2 e 2,5.

    gli unici valori alterati sono :
    emoglobina nelle urine (valore 0,03 ) valore normale : 0
    elettroforesi/proteine totali: 8,7 (valore normale fino a 8,5)


    il dolore superficiale destro si è ridotto molto, seppur tutt'ora presente a distanza di 30 giorni. lieve bruciore durante la minzione, linfonodi inguinali sempre molto voluminosi.

    cordialmente,



  23. #23
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Sono tutti valori rassicuranti.

    Il bruciore minzionale e la linfoadenopatia inguinale non sembrerebbero di competenza gastroenterologica.

    Saluti


    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.

  24. #24
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Gentile dr. Quatraro,
    grazie per la celere risposta.

    Purtroppo la mia ignoranza in campo medico-sanitario mi porta a non conoscere lo specialista di competenza di una linfoadenopatia inguinale.

    l'ematologo? l'andrologo?

    Le auguro un buon weekend.



  25. #25
    Indice di partecipazione al sito: 1919 Medico specialista in: Gastroenterologia e endoscopia digestiva

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2012
    Dipende da quello che sarà il responso bioptico.

    Buon fine settimana anche a lei.



    LEGGERE ATTENTAMENTE LE LINEE GUIDA PRIMA DI RICHIEDERE UN ORIENTAMENTO O CONSIGLIO. L'AUTOGESTIONE E' PERICOLOSA, CONSULTATE PRIMA IL VOSTRO MEDICO.


Discussioni Simili

  1. Feci gelatinose post intervento alla vescica
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17/04/2012, 08:24
  2. Muco nelle feci
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 16/04/2012, 14:09
  3. Dolore addome
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 25/04/2012, 15:03
  4. Le feci sono più care del solito è normale
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26/04/2012, 17:55
  5. Helycobacter pylori,dolori intestinali e feci chiare
    in Gastroenterologia e endoscopia digestiva
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 08/04/2012, 15:12
ultima modifica:  13/08/2014 - 0,31        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896