Utente 248XXX
Salve
Sono un uomo di 35 anni. Altezza 1,70m peso 58 Kg
Salve da quasi un anno mi è stata diagnosticata la celiachia, diagnosi arrivata probabilmente molto tardi, dato che i primi sintomi si sono presentati da bambino ( problemi di crescita e disturbi intestinali)
Detto questo, dopo qualche mese di dieta glutenfree, sono migliorati molti aspetti della mia salute
Il problema è che continuo ad avere ancora disturbi,localizzati diciamo sotto l’ombellico.
Inoltre negli ultimi 3 mesi ho avuto due strane “crisi” di vomito. Il mangiare sembrava essere rimasto nello stomaco, ho vomitato dopo circa 6 ora dalla cena il mangiare era intatto, non c’era alcun odore di acido e alla fine ho vomitato in entrambi i casi grandi quantita di bile (probabilmente perché sono affetto da Sindrome di Gilbert)
Per i due casi di vomito posso dire che non avevo mangiato nulla di particolare, tutto molto genuino e in quantità normalissime.
Nel primo caso di vomito sono stato costretto ad andare al pronto soccorso dove mi hanno fanno una tac intestinale con esito:
"Lieve ispessimento delle parenti del colon, con tenue enhancement parietale; con lume ben rappresentato”

Qualche mese fa ho anche eseguito, a causa di dolori articolari
Ho eseguito la TC con il seguente esito
Rachide Cervicale
Diffusi segni di cervico-unco-artrosi con deformazione spondilosica dei somi vertebrali e discopatie multiple; in particolare: C3-C4,C4-C5,C5-C6,C6-C7 il di presenta ridotto in altezza potruso posteriormente, con associata osteofitosi reattiva margino-somatica, in appoggio sulla corda midollare.

Rachide Lombare
Interessamento osteoartrosico delle articolazioni interapofisarie
A L2-l3,l3-l4,e l4-l5: protrusione circonferenziale del disco intersomatico che impronta il saccodurale.

Radiografia dell’anca
Dove mi è stata riscontrata anche in questo caso osteoratrosi.

Cari dottori,
mi chiedo se è possibile che una mancata cura delle celiachia abbia potuto far sorgere altri “problemi”
Inoltre il medico chirurgo del pronto soccorso aveva il dubbio che possa avere anche il morbo di crohn, dubbio che ha avuto anche il reumatologo che ha visionate le TC.
E’ possibile avere sviluppato contemporaneamente entrambe le patologia (celiachia e crohn)
Aggiungo per info, che dal pronto soccorso mi avevano dato per un mese circa una cura con Asacol 800 e vi posso dire con sicurezza oggettiva che è sicuramente servito, le feci dopo qualche giorno erano compatte e “pulite” (ve lo dico con entusiasmo perché non sono mai state cosi)
Scusate le tante domande, ma sto gia tanto bene e voglio solo stare meglio
Vi ringrazio per l’attenzione
Buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente
credo che si evinca chiaramente la necessità di indagare sul suo intestino.
Questo può farlo solamente affidandosi, per un corretto iter, allo specialista: il gastroenterologo.

Saluti