Utente 247XXX
Circa un anno e mezzo fa dopo una cura di antibiotici per una faringite ho notato una irritazione al glande e al prepuzio (il prepuzio e il glande erano irritati nella corrispondente superficie di contatto). Il mio medico di famiglia mi aveva prescritto il Gentalyn beta che non mi aveva dato grandi risultati. Dopo un certo periodo questi arrossamenti sono scomparsi. Il problema è che di tanto in tanto (spesso dopo un eriodo di forte stress) sono ritornati e ritornano. Non mi procurano bruciore. Ciò che oggi però noto è che la superficie del glande è sofferente nel senso che a riposo lo trovo grinzoso, e in erezione la superficie è lucida e pare secca con una difficolta di scorrimento tra glande e prepuzio (appena l'fflusso di sangue diminuisca anche in questa situazione pare grinzoso) . Mi preoccupano questi continui ripresentarsi di tali irritazioni ed ho il timore che la mucosa sia "danneggiata". Ho inoltre un altro problema che non mi si presenta di continuo ma solo quando parlo, vedo mi coccolo con una mia amica (solo con lei) con il pene flacido ho una copiosa e continua uscita di liquido pre-eiaculatorio che dovrebbe uscire solo in preeiaculazione credo. Questo non mi crea problemi a parte indumenti umidi e un forte imbarazzo. Siccome mi sta succedendo spesso, praticamente ogni volta che la sento, l'irritazione del glande può essere dovuta a questo liquido?
Vorrei anche dire che l'irritazione non è dovuta a rapporti sessuali che nonostante sia abbastanza maturo non ho mai avuto.
Non ho nessua altro sintomo se non questa irritazione indolore, non ho dolori durante la minzione e quindi credo di non avere problemi a livello prostatico.
Inoltre per affrontare il mio problema a chi mi devo rivolgere ad un dermatologo venerologo, un urologo o un andrologo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
gentile lettore,

i liquidi pre-eiaculatori che lei riferisce sono normali e comunu in fase appunto eccitatoria e rappresentano un elemento che precede il coito, o almeno sono utili da quel punto di vista ma non certo possono esser motivo di infiammazione del glande.

i minimi bruciori che riporta possono esser legati a minime infiammazione favorite dalla flora batterica che a volte si modifica in corso di terapie antibiotiche eseguite per altri motivi....spesso miceti, cioè funghi come capita quando si altera la floba batterica intestinale.

perciò è utile effettuare semplicemente in via preventiva lavaggi lenitivi disinfettanti con detergenti dedicati e sicuramente approfittare di una visita dallo specialista andrologo.


cordialità
[#2] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
questi "arrossamenti sul pene sono una fastidiosa seccatura che può avere molte origini.
Considerato che per prima cosa bisogna vederli le consiglio sicuramente un controllo urologico o andrologico.
Cordiali saluti