Utente 360XXX
Buonasera questo è il secondo consulto che chiedo in anestesia e rianimazione...tempo fa chiesi i rischi di un anestesia totale per un isteroscopia che poi non ho più fatto!...ora dopo 2 mesi devo intervenire chirurgicamente su un diverticolo uretrale e ripeto di nuovo che essendo il mio primo intervento sono molto impaurita!......l'intervento avverrà la prossima settimana e il chirurgo mi ha detto che probabilmente lo farò con un anestesia spinale.....volevo gentilmente chiedere ad un anestesista visto che è da più di 20 giorni che soffro di lombalgia questo tipo di anestesia può peggiorare il dolore?....poi inoltre ho letto che l'anestesia spinale può dare qualche rischio di abbassamento di pressione...io già soffro di ipotensione cosa può succedermi allora?...e infine devo fare un ultima domanda ...farò l'intervento nella sezione universitaria dell'ospedale se l'anestesista fosse uno specializzando posso riufiurarmi di farmela praticare da lui??.... vi prego rispondetemi grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, l'Anestesia spinale non peggiorerà il suo disturbo, tuttavia tenga presente che la posizione sul letto operatorio (qualunque quindi sia l'anestesia) potrebbe, dico solo potrebbe, avere un tale risvolto. Pertanto informi il suo medico di questo suo problema attuale. Se poi questo suo disturbo è recidivante ed ha praticato delle indagini radiologiche alla colonna che abbiano messo in evidenza una patologia, le porti invece in visione al collega anestesista al momento della visita, in modo che possa stabilire cosa sia meglio per Lei. Gli parli anche dei suoi timori e della sua agitazione: è importante sapere tutto il possibile sui pazienti che si devono anestetizzare.
Non si preoccupi della Pressione in quanto sarà completamente monitorizzata e preparata: nulla può sfuggire.
Quanto agli Specializzandi, tenga presente che tutti noi abbiamo imparato "sul campo", ma la presenza di un Anestesista " anziano" ha sempre garantito la correttezza delle procedure e la sicurezza dei pazienti.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dott.ssa la ringrazio per la risposta, però volevo ribadire che la mia pressione è davvero bassa a volte tipo 85-65 se dovesse ulteriormente abbassarsi durante l'anestesia spinale cosa rischio??....lo so che potrei sembrarle sciocca a fare queste domande ma ho talmente paura da non rendermi conto più di avere 44 anni e non essere più una bambina!!...grazie e cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile signora buon giorno, avere paura è normale e non c'è età che tenga: la cosa non mi meraviglia affatto. Attenzione però a non andare nel panico perchè non c'è assolutamente motivo.
In sala operatoria ci sono tutti i monitoraggi ed i presidi farmacologici per fronteggiare qualsiasi evenienza, non deve temere.
Chieda anche al suo anestesista e vedrà che le confermerà quanto le ho detto: gli ipotesi costituzionali possono tranquillamente essere sottoposti a spinale come a qualsiasi altro tipo di anestesia.
Cordiali saluti e ci dia notizie se le fa piacere.
[#4] dopo  
Utente 360XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dott.ssa Martin volevo chiederle un altro consiglio!...ho fatto l'intervento in spinale e devo dire che come anestesia non ci sono state complicazioni a parte un mal di testa durato 2 giorni e un formicolio alle dita dei piedi per 3 giorni dopo l'intervento!...ora forse dovrò ripetere tutto perchè non si è risolto il problema per il quale sono stata operata!...posso affrontare un altra anestesia in meno di 2 mesi??....sono stata operata il 2 maggio e se dovrò ripetere sicuramente sarà a fine giugno posso rifare l'anestesia?.....e poi volevo chiederle se questa volta mi fanno l'anestesia totale io posso affrontarla? visto che ho un Lieve prolasso alla mitrale e soffro di apnee notturne dovute ad ansia e reflusso gastroesofageo??......la prego mi dica tutto quello che devo dire all'anestesista nel colloquio perchè a volte ti prendono per pazza isterica e si fanno una risata!.....grazie e cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile signora buona sera, le apnee non sono un problema in quanto non possono assolutamente verificarsi durante una anestesia generale. Infatti il suo respiro sarà "controllato" dall'anestesista. Del prolasso deve informare il collega quando farà la visita e magari portare in visione gli esami che ha a riguardo (un ecocardiogramma). Tale situazione cardiologica non controindica comunque una anestesia generale, anche se i medici devono esserne informati. Se "necessaria" una nuova anestesia può essere praticata anche a più breve distanza e sia generale che spinale.
Al collega quando farà la visita deve dire tutta quella che è la sua storia clinica precedente, se prende farmaci e quali, se ha allergie etc...gli interventi effettuati con eventuali problemi ed in tal caso portare in visione le cartelle cliniche. Anche il fatto di soffrire di ansia deve essere detto, così come i problemi gastrici. Tutto con tranquillità però: deve mettere nelle mani dell'anestesista la sua storia clinica sarà lui a stabilire cosa è rilevante o meno.
Cordiali saluit ed in bocca al lupo: se vuole ci dia notizie.