Utente 225XXX
Volevo chiedere se davvero esiste nella letteratura medica la sindrome sessuale post ssri (i cui effetti sulla sfera sessuale permangono in modo indefinito dopo l'utilizzo degli antidepressivi serotinergici). Io è da più di un mese che uso cipralex per attacchi di panico e dopo qualche settimana ho avvertito fastidi nell'eiaculazione(notevole ritardo eiaculatorio e a volte anorgasmia).Devo dire che da qualche giorno la situazione sessuale è migliorata.Sareste così gentili dal ragguagliarmi sulla mia domanda? Già sono afflitto da una patologia invalidante come il DAP e già mi preoccupano e danno fastidio le collateralità sessuali del cipralex, non vorrei che poi ci fossero ripercussioni anche in futuro a fine terapia.Vi ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente in genere i disturbi sessuali da uso di ssri speriscono dopo circa 30 gg dalla sospenione del farmaco
[#2] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
La generalità della sparizione non esclude la possibilità di un danno sessuale in un modesto numero di pazienti trattati? la ringrazio cmq della risopsta
[#3] dopo  
Utente 225XXX

Iscritto dal 2011
La generalità della sparizione non esclude la possibilità di un danno sessuale in un modesto numero di pazienti trattati? la ringrazio cmq della risopsta