Utente 208XXX
Buonasera, premetto che sono un soggetto molto ansioso. Mi sono sottoposta in questi ultimi due anni a diverse visite cardiologiche, Holter 24 ore ( = 0 battiti ectopici che in effetti quel giorno non ho sentito nemmeno io), 10 ECG presso P.S. e cardiolgo.
Il risultato è che il cuore è sano, mai rilevate extrasistole perchè quando eseguo i controlli non le ho mai. Il cardiologo mi ha detto che a parer suo avrò ogni tanto 3 o 4 extrasistole al dì dovute all ansia.
La mia domanda è la seguente : come mai in situazioni molto ansiogene in cui devo affrontare problemi contngenti raramente ho un extrasistole ma a casa mia con 70 / 75 pulsazioni quando meno me l aspetto eccone Una. Se faccio mente locale stavo pensando poco prima a qualcosa di emozionale ( in particolare ho un rapporto altamente conflittuale con mia madre ) e poco dopo mentre faccio altro sento quella pausa come se il cuore di fermasse per un istante. Arriva la paura che cerco di controllare e per un pò di tempo temo che possa ritornare quella sensazione orrenda. Sono stata al pronto soccorso anche con 140 pulsazioni per tachicardia sinusale (avevo tiroidite) e non avevo e non sentivo nemmeno un extrasistole. Questo è importante nella valutazione cardiaca del mio cuore?
Ecco Gentili Dottori, esiste una correlazione tale tra mente e cuore che possa provocare l extrasistole? Spesso succede dopo che son stata molto tesa e quando ho superato l ostacolo che dovevo affrontare....pericolo scampato..ecco un extrasistole. A volte la cosa si ripete a distanza di ore a volte no. A volte non le ho per settimane, altre una al giorno per qualche giorno....specie dopo le sedute dallo psicanalista.
Vi sarei davvero grata se poteste darmi questo chiarimento per me molto importante in quanto ogni volta mi chiedo se invece è il mio cuore che ha qualcosa che non va. Grazie e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
soggetti particolarmente suscettibili all'azione ormonale, in questo caso adrenergica, come nel suo caso, il cuore può effettivamente subirne gli effetti, rispondendono a volte inappropriatamente come nel suo caso, con brusche accelerazioni (tachicardia) o talora con battiti anomali (extrasistolia). La sua condizione, pertanto, in virtù del suo particolare habitus costituzionale, va considerato nei limiti della norma.
Stia perciò serena, saluti
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottore, La ringrazio ma questo disturbo ( extrasistole sporadica)lo avevo anche prima di avere la tiroidite ( che è un fatto transitorio) , gli esami tsh erano normali...infatti non ho più tachicardia ma anzi tra i 68 e gli 80 battiti, prevalentemente 70 e l infiammazione è in lenta risoluzione. ma avevo un forte stato di ansia.
Non è ugualmente preoccupante? può la mente dare questo disturbo occasionale? Grazie perfavore per una cortese risposta.