Utente 173XXX
un saluto a tutti i medici dello staff, è la prima volta che mi trovo a scrivere in questya sezione per un problema di cui invece ho ampiamente discusso in ortopedia....e a cui spero di porre fine entro quest'anno....ho bisogno di prenderla alla lontana per fornire quanti piu "indizi" possibili e spero di non risultare logorroico, scusandomi anzitempo per la lunghezza del messaggio,

il fatto è il seguente... 5 anni fa ebbi una grrave distorsione del ginocchio durante una banale partita di pallone (un avversario in marcatura mi franò letterlamente addosso)...infatti distorsione non è priprio il termine piu appropriatom forse sarebbe meglio parlare d lussazione....

l'esito fu da trauma rubystico o meglio da trauma stradale.....ho rotto crociato anteriore, posteriore e forse anche il punto d'angolo psotero esterno.... non voglio dilungarmi eccesivamente ui motivi che mi hanno spinto a temporeggiare cosi tanto per operarmi (diciamo in primis paura, e motivi di lavoro), nei primi tempi co na buona ginnasticadi rinforzo non mi dva problemi, nell'ultimo anno che ho abbandonato x motivi di tempo (e ahime pigrizia lo ammeto),la ginnastica mi da molti piu fastidi, e a settembre mi operero per ricostruire i legamenti lesioati con tendini da donatore....

per caso ho letto che il 20 % delle lussazioni del ginocchio da come regal finale anche lesioni nervose, come quella del nervo sciatico popliteo esterno o vascolari piu o meno serie.... la lesionenervosa sopracitata darebbe come effetto il "piede cadente" che io non ho (lo muovo bene) le lesioni vascolari non so.....

ricodo ch dopo il trauma ebbi un abbondantissimo emartro, il ginocchio si fece viola e vedevo la colorazione purpurea arrivare fino al polpaccio (mi fu detto perche il trauma era bello grosso e il crociato psoteriore ad esempio èm molto vascolarizzato)....

da circa un anno, per camminare uso una fascia elastica..... e a volte avverto un sensazione mai provata prima...dopo averla levata.....

se sto seduto sento un formicolio e un addormentarasi (insime e adelle sensazioni "caldo-freddo" nn saprei come meglio esprimermi) della gamba dove ho il trauma.....

da cosa potrebbe dipendere?

finora tutti gli ortopedici consultati han sempre focalizzato la loro attenzione sulle varie manovre di cassetto e sulla rispsota del ginocchio da un punto di vista funzionale....queste altre sensazioni di formicolio da cosa potrebbero dipendre? e come si evincerebbero? lesioni nervose o vascolari potebbero essere presenti? nesuna risonanza (nemmeno quelle ad alta definizione) ne ha mai parlato ma a sto punto non so nemmeno se la risonanza le individui....

come vedete i dubbi sono tanti e diventano sempre di piu....spero di pore fine a sto calvario con l'operazione che mi aspetta a settembre....

Grazie a chiunquemi vorrà rispondere

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Comprenderà la difficoltà di interpretare a distanza l'origine di un sintomo (parestesia) che per la sua peculiarità sfugge talvolta ad una precisa attribuzione anche dal vivo, specie dopo un evento traumatico importante come quello da Lei subito.
Anche il semplice posizionamento di una fascia elastica potrebbe fra l'altro essere in causa nell'origine del problema.
In linea di principio e sulla base del racconto che ci fa, non sembrerebbe che il trauma abbia determinato conseguenze a carico delle strutture vascolari, ma al di là del risultato della RM, che dovrebbe in ogni caso essere indicativo, ritengo che la cosa più saggia sia quella di sottoporsi ad un ecocolordoppler, anche come utile screening preoperatorio.
[#2] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
LA ringrazio per la cortese risposta caro dott Piscitelli, mi adopererò per effettuare questo esame....

giusto per informazione, in che cosa consiste l'eco "color" doppler? l'unico ecodoppoler da me effetuato è stato ai testicoli wualche anno f aper individuare un varicocele di 1° grado....e la terminologia era ecodoppler, questo qui èmun qualcosa di piu specifico?si fa col liquido di contrasto?

La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
No. Non vi è somministrazione di contrasto. Si tratta della metodica attualmente in uso che aggiunge la codifica colore ai rilievi dopplersonografici, favorendo la interpretazione dei dati rilevati.
[#4] dopo  
Utente 173XXX

Iscritto dal 2010
Bene mi metterò in moto per fare quanto da Lei suggeritomi. La ringrazio ancora e La saluto con affetto.