Utente 248XXX
Salve cari dottori!

Ho 37 anni, il mio marito ha 52 anni. Tre mesi fa abbiamo fatto delle analisi di controllo perché vogliamo avere un bimbo. I miei risultati sono buoni, invece lo spermiogramma del mio marito non era tanto bello.
Aveva spermatozoi lenti, con buon numero però, immobili 80%, discreto numero di leucociti e ph 8,0. Altri risultati andavano bene.Siamo rivolti da un andrologo e lui ha detto, che c'è un infezione. Io ho fatto un tampone, mio marito ha fatto spermiocultura, risultati erano negativi. Andrologo ha detto che nella maggior parte dei casi il risulato delle seguenti analisi è negativo. Ci ha prescritto una cura: bassado 15gg, poi 15 riposo e cosi per TRE VOLTE.
Insieme a questa cura io davo al mio marito vitamina C e E, acido folico per 1 mese, poi acido folico e zinco, anche La MACA per tutto il periodo.
Sono passati due mesi. Abbiamo preso gli antibiotici per DUE CICLI e abbiamo fatto spermiogramma.
I risultati:
ph 8,0
mobilità tot.dopo 1 ora - 25 % (era20)
mob. progrediente dopo 1ora - 20 % (era10)
mob. non progr-te dopo 1 ora - 5% (era10)
immobili 75% (erano 80)
numero spermatozoi 50,0 mil./ml
leucociti - alcuni.

Gli antibiotici non vogliamo prendere più, non credo molto nella loro efficacia.
Però vedo il miglioramento. Sbaglio secondo voi?

La mia domanda dopo tutto ciò -
con lo spermg-ma cosi è possibile concepire in modo naturale?

Vorrei continiuare con gli intergratori, finiamo lo zinco, potrei proseguire con vit.C insieme a L carnitina.

Mio marito non fuma, non beve, caffè due tazze al di.

Mi piacerebbe sentire il vostro parere cari dottori!


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

l'esame che ci propone è privo di attendibilitàpooichè no segue i criteri WHO e quindi non essendo confrontabile andrebbe ripetuto in un centro dedicato a problematiche riproduttive. Gli antibiotici vanno presi quando c'è un'infezione altrimenti possono determinare un peggioramento.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Caro dottore,
nel mio foglio sotto scritto "i valori di riferimento sono stati aggiornati secondo le linee guida WHO 2010."
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
un esame fatto secondo i criteri citati deve contenere le caratteristiche macroscopiche (viscosità, fluidificazione ecc.) che nel suo caso mancano e, nelle caratteristiche microscopiche le forme morfologiche che sempre nel suo caso mancano.

Comunque, per confermare i dati in suo possesso ripeta l'esame in un centro dedicato a problematiche riproduttive ed eventualmente ci faccia sapere.

Ancora cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Dottore, tutte queste caratteristiche ci sono. Non le ho segnati, perché sono tutte a posto.
Eccole:
aspetto - lattescente
fluidificazione - avvenuta
viscosità - normale
volume 2,5 ml
morfologia nemaspermi - presenza di alcuni elementi a testa arrotondata
agglutinazione - assente
cellule spermatogenetiche - normale presenza ai vari livelli maturativi
leucociti - alcuni
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Continuo ad insistere che l'esame non segue i criteri WHO 2010 e sarebbe meglio ripeterlo in un centro dedicato infatti il dato "morfologia nemaspermi - presenza di alcuni elementi a testa arrotondata" non significa nulla, infatti la morfologia deve essere espressa in un numero percentuale sia per le forme normali sia per le singole forme anomale.

Sperando di essere stato chiaro le porgo cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Ho capito dottore, grazie.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,

il liquido seminale mostra dei problemi di motilità degli spermatozoi e quindi potrebbe non essere dotato di rilevanti capacià fecondanti, specie con una donna , giovane sì a 37 anni, ma non tanto da un punto di vista riproduttivo.
penso che possa valere la pena di continuare con le terapie mediche per cercare di migliorare la motilità degli spermatozoi ma, nel contempo, valuterei la possibilità di procedere a qualche programma di Procreazione Medicalmente Assistita.
Cari saluti
[#8] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

premesso che un esame seminale deve seguire i criteri WHO infatti solo così lo rende confrontabile e quindi attendibile, in linea di massima di un esame seminale servono tre parametri fondamentali: il numero di spermatozoi, la motilità espressa in percentuale e la morfologia sempre espressa in percentuale.

Segua il consiglio iniziale e non si affidi al "più o meno".

Ancora cordialità