Utente 128XXX
Gentili signori medici,
in seguito ad un aumento ponderale di 10 kg dovuto a farmaci antidepressivi, ora mi ritrovo, dopo tanti sforzi, ad avere "solo"due-tre kili in più rispetto al mio peso iniziale.
Per cercare di dimagrire negli ultimi tre mesi ho assunto numerosi parafarmaci che dovrebbero "coadiuvare la perdita di peso": sono arrivata al punto di assumere ogni giorno 5 diversi prodotti diversi (Benefibra, Aloemax, Kilocal, Filiform e Liftycool) e, sebbene abbia un po' paura a non prenderli più perché temo di ingrassare di nuovo, voglio terminarli, non solo perché costano molto, ma anche perché molti dicono non servano a nulla. Finirò pertanto le confezioni che ho già iniziato e poi ne cesserò l'uso.
Io non riesco a valutare bene l'efficacia di tali prodotti perché sono stata a dieta, quindi non so quanto sia dovuto alla dieta (non prescritta da un dietologo, ma fatta da me, semlicemente mangiando poco ma in modo equilibrato) e quanto ai farmaci assunti.Gradirei per prima cosa conoscere cortesemente la vostra opinione in merito.

A questo punto ho deciso di rivolgermi alla mia estetista e massaggiatrice di fiducia per sottopormi a un ciclo di trattameti estetici. Finora ho fatto 2 sedute in cui prima viene fatto un massaggio linfodrenante di 25 minuti, poi un fango di 25 minuti e poi un altro massaggio un po' diverso dal primo, non ricordo come si chiama, di 25 minuti. L'unica differenza che ho notato finora (è vero anche che ho fatto solo 2 trattamenti) è stata che il giorno del trattamento e il giorno successivo ho dovuto urinare un po' più frequentemente.
La mia estetista in seguito al secondo trattamento mi ha detto che, massaggiandomi, dato che il mio le sembra soprattutto un problema di gonfiore e leggera ritenzione idrica, sarebbe meglio alternare la tipologia di trattamento sopra descritta a un'altra, che consiste in un massaggio linfodrenante di 25 minuti seguito da un trattamento di pressoterapia di 45 minuti. Il costo dei trattamenti è identico, quindi non vedo perché avrebbe dovuto consigliarmi di alternare.

Dato che il costo è molto elevato e non vorrei buttare via uno stipendio intero inultilmente, vorrei chiedervi cortesemente:
- questi trattamenti servono davvero a dimagrire nelle zone critiche?Calcolate che io peso 51 kg e voglio ritornare a pesarne 48-49kg (non parliamo quindi di un forte dimagrimento), ma soprattutto rimodellare un po' cosce, pancia e glutei;
- servono a ridurre l'inestetismo (nel mio caso comunque molto lieve) della ritenzione idrica e del gonfiore?
- Esistono altri trattamenti atti a rimodellare e perdere un po' di peso nelle zone critiche?
- Le creme snellenti che si trovano in commercio servono a qualcosa o sono un po' un placebo come i parafarmaci?
Purtroppo conduco una vita molto sedentaria e non ho modo di fare attività fisica, al massimo posso fare qualche passeggiata.
Grazie mille per la vostra attenzione e il tempo dedicatimi.
[#1] dopo  
Dr. Luca Leva
40% attività
4% attualità
16% socialità
CIVITANOVA MARCHE (MC)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Salve,
riguardo la dieta sarebbe consigliabile che si rivolgesse a personale competente in materia (dietologi, dietisti).
Anche se ha una perdita di peso, non e'detto che con una dieta "fai da te" i risultati siano massimi e duraturi nel tempo.
Per quanto riguarda i trattamenti che sta effettuando dall'estetista, possono aiutare (anche se a mio parere non molto), ma non risolvere il problema di cellulite o altro.
Esistono in commercio alcune creme che riescono a ridurre le adiposita' localizzate, ma possono essere dannose alla salute in quanto contengono sostanze nocive (soprattutto alla tiroide).
Trattamenti di medicina estetica per le adiposita' localizzate ne esistono diversi, la mesoterapia puo' essere uno dei migliori.
Per rimuovere totalmente e definitivamente il tessuto adiposo, il trattamento di elezione rimane la liposuzione

Saluti,
[#2] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Gent. utente,
risponderò alle Sue domande nell'ordine in cui Le ha poste, cercando di essere sintetico e nello stesso tempo chiaro ed esaustivo:

1) il D.L.M. (drenaggio linfatico manuale effettuato con pressione manuale < 25 mmHg), la fangoterapia e la pressoterapia sono finalizzati alla riduzione dei liquidi ritenuti extracellulari ed al miglioramento del circolo venoso-linfatico; quindi, il calo ponderale che ne deriva è la semplice e momentanea conseguenza della perdita dei soli liquidi.

2) Assolutamente si...se ben eseguiti!

3) Esistono altri trattamenti rimodellanti per il corpo (invasivi e non) praticati solo dopo valutazione dell'inestetismo/i da parte del Medico (Dermatologo, Medico e Chirurgo Estetico),

4) Esistono, tra le centinaia in commercio, creme contenenti princìpi attivi ad azione lipolitica e/o vasoattiva e/o drenante per uso domiciliare.

Tutto quanto suddetto ha una Sua validità se impostato in una strategia multidisciplinare e mantenuto costante nel tempo: alimentazione corretta, attività motoria, stile di vita sano.

Cordiali saluti.