Utente 159XXX
Buongiorno, sono un cantant in tournè all'estero, mi sono trovato nei giorni liberi dai concerti due giorni fa ad avere un fortissimo mal di gola che, dopo aver assunto (oggi è il terzo ed ultimo giorno) aritromicina, mi è quasi passato lasciandomi solo una feritina più che sopportabile. Il problema è che un forte raffreddore da influenza non mi passa e sono costretto ad usare rinazina prima dei concerti. Volevo chiedere se è normale che, con il raffreddore la voce sembri più scura e alcune note faccia più difficoltà a prenderle (canto di diaframma), o si può trattare di qualcosa di più grave per il tour, tipo laringite (anche se credo che, se fosse stata laringite, sarebbe stata scongiurata dall'antibiotico). Ho appena fatto il sound-check e in una nota ho sentito il catarro andarmi in gola e magari l'ho scambiato per un problema di arrivare a quella nota, ma volevo chiedere delucidazioni. Nel caso aereosol di clenil o astian possono migliorare il mio stato?
Grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
24% attività
0% attualità
4% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Salve Gentile Signore,
Sarebbe il caso che Lei faccia un buon inquadramento medico specialistico Foniatrico, come e' naturale avvenga in tutti quelli che cantano. Nel frattempo provo a risponderLe:
Specie nei tour sarebbe non consigliabile assumere farmaci "tradizionali" che potrebbero alterare l'equilibrio fisiologico di un tessuto delicato come e' quello del vocal tract che Lei impiega appunto per il canto ..Allora fermi tutto....compreso la rinazina e si faccia vedere e inquadrare da un collega.
Saluti e se vuole mi tenga aggiornato
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio molto, purtroppo essendo in viaggio continuamente, è dura passare dal medico, Sicuramente lo farò al mio ritorno. Solitamente lo faccio due volte all'anno al centro di foniatria di Padova.
Ora mancano due concerti e la voce c'è ancora. Approfitto della sua gentilezza per chiederle un'informazione.
Da visite fatte a livello foniatrico, risulta che utilizzo le corde vocali in modo appropriato, tuttavia, pur cantando di diaframma, sono un profano a livello medico. volevo chiederle il motivo per cui, ad un certo punto della tournè, quando mancano un paio di concerti mi senta gli acuti più flebili, meno vibrazione, presi con un po' più di difficoltà, ma comunque presenti. Affaticamento e ingrossamento delle corde vocali, o medicinali che le irrigidiscono? Grazie
[#3] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
24% attività
0% attualità
4% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Salve ,
Credo sia affaticamento vocale, difficile pensare ad un " ingrossamento" . Sarebbe il caso di valutare bene i volumi polmonari che lei impiega o la tecnica. I farmaci li smetta comunque e si rivolga agli ottimi colleghi di Padova.
Auguri