Utente 248XXX
Inanzitutto salve sono un ragazzo di 25 anni, da in paio di mesi ho dei dolori al petto insistenti prevalentemente al centro, oltre ad avere altri dolori come mal di stomaco, poco frequente, mal di schiena sotto la scapola sinistra al collo.

Tutto è iniziato più o meno ad inizio anno con un dolore allo stomaco, zona bocca dello stomaco, non me ne curai subito dopo un paio di giorni dopo mi è ricapitato quindi mi sono presentato al pronto soccorso dove mi hanno misurato la pressione e fatto un elettrocardiogramma dicendomi che era tutto apposto e che era solamente un attacco d'ansia, dopo un paio di settimane mi si è ripresentato il sintomo questa volta accompagnato ad un dolorino al petto, mi hanno fatto un altro elettrocardiogramma e curato con una soluzione per il mal di stomaco, purtroppo non ricordo il nome, consigliandomi una pastiglia di Pantoprazolo 40mg alla mattina una pastiglia di Domperidone e una bustina di sucralfato, al che mi sono rivolto al mio medico di base, che mi ha fatto fare un esame del sangue tutto nella norma una gastroscopia che purtroppo non sono riuscito a fare una rx al torace risultata anche questa perfetta e altri esami del sanque tra cui reumatismi vitamina d3 fegato ecc. risultati anche questi perfetti tranne che per la vitamina d3 che era bassissima, mentre gli elettro cardiogrammi non segnalavano niente di particolare se non una tacchicardia ansiotica (da quanto c'era scritto sul foglio allegato). ora a distanza di un mese da tutti questi esami, tranne l'ultimo (ultimi esami sanque), ho ancora dei doliri al petto che come detto prevalentemente al centro ma anche alle volte a sinistra e/o a destra un dolore alla schiena sotto la scapola sinistra (se premo entrambe le scapole fanno comunque male come se stessi toccando un colpo) dolore alle spalle ed alla cervicale ed ho problemi respiratori sopratutto quando cammino molto (mi fa male gola e petto quando il respiro si fa affannoso come se fosse tutto inffiammato) ed in questi ultimi giorni la mia pressione è aumentata di solito è dai 70/120 ai 80/130 mentre in questi ultimi giorni è 95/159, oltre a questo sono un fumatore da 12/13 anni e fumo in media 1 pacchetto al giorno, purtroppo questa situazione mi ha messo in uno stato ansiotico visto che ad ogni fastidio sospetto mi agito subito.
Quello che chiedo è se tutti questi sintomi possono essere attribuiti ad un problema al cuore e se è il caso di richiedere un ecg sotto sforzo e un ecocardiogramma. Ringrazio in anticipo per eventuali risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i suoi sintomi sono tipici di una gastrite, la cui guarigione non è di certo aiutata dal suo stato di fumatore cronico e dalla sua ansia. Urge subito l'abolizione del fumo e una eventuale cura per l'ansia, visto che un incremento pressorio potrebbe esser legata ad essa.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
intanto la ringio il problema e che ogni tanto si aggiunge qualche sintomo in questi giorni sto accusando dei dolori a tutti i muscoli, niente di particolarmente doloroso, una minor sensibilità alle mani e ogni tanto una mancanza di respiro lieve quando lo stomaco incomincia a farmi male e dei giramenti di testa molto forti con sensazioni di svenimento e di lieve stordimento che si prolungano dai 5 minuti per anche delle ore, non credo che tutto questo abbia a che fare con la gastrite o almeno credo il problema e che tutti gli esami sono perfetti e questo mi fa un po' pensare. Il mio problema e che vorrei che questi dolori si plachino non peggiorino come in questo caso.
In merito invece alla mia "ansia" non sono mai stato un tipo ansioso anzi l'incontrario e che sempliemente quando o questi sintomi tutti d'un colpo mi prende un po' di paura, che credo sia normale, ,mentre per il resto della giornata sono abbastanza spensierato .