Utente 166XXX
Gentilissimi medici,
vi scrivo perchè stasera, prima di cena, ho aperto un barattolo di polpette con il sugo alla pizzaiola preparate da mia madre a bagnomaria, a pasqua.
questo barattolo faceva parte di una grossa provvista di cibo che mi è stata data appunto 20 giorni fa perchè io la portassi con me nella città dove studio. Sapete come sono le mamme.
Ora, questo vasetto, che doveva essere chiuso tramite sottovuoto, quando l'ho aperto, non ha fatto il classico sonoro scatto che mi sarei aspettato, bensi, ha "sfiatato" un po', prima di fare un più piccolo "tac".
Le polpette sono fatte di carne bianca e il colore è rimasto lo stesso; l'odore non mi sembra cattivo, anzi, è probabilmente meno forte di quello che mi sarei aspettato e comunque non sgradevole. Tuttavia, all'apertura questo barattolo presentava anche una certa dose di liquido (che presumo facesse parte del sugo e quindi c'era già prima), che ha cominciato a fare per circa 5 secondi delle bollicine in un angolo, all'apertura del coperchio.
Ho spezzato un terzo di polpetta con la forchetta e l'ho assaggiato per vedere se dovevo buttare tutto.
Non ho mai bollito queste preparazioni, le uso da anni, anche perchè solitamente le scaldo appena nel microonde o nel piatto e poi le mangio direttamente. Il barattolo era conservato nella credenza in ambiente asciutto, assieme ad altri.
Per curiosità sono andato a vedere in rete cosa può succedere se si ingerisce carne andata a male ed ho letto del botulino...
Inutile dire che sono terrorizzato perchè il consiglio è proprio quello di buttare i barattoli che sfiatano, di conserve fatte in casa con sughi, che presentano bollicine all'apertura...
io muffa non ne ho vista, o se c'è non la so' riconoscere. l'odore ripeto, non è quello che mi aspettavo ma non è cattivo.
sono preoccupatissimo, ditemi per favore cosa posso fare; non ho buttato il barattolo, l'ho conservato senza toccare altro, non si sa mai possa servire...
Ringrazio in anticipo chiunque mi aiuti.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

Quanto al botulino, non è il batterio a causare l'avvelenamento, ma la tossina che ha prodotto; questa tossina, però, viene distrutta dal calore.

la muffa non c'era niente col botulismo, anzi, quando c'è, non significa necessariamente che il cibo debba essere buttato (si ricordi che dalla muffa Fleming scoprì il suo potere battericida e, quindi, la penicillina!); a volte basta soltanto buttare via la crosta di muffa.

Il fenomeno dello sfiato può stare a significare che qualcosa può essere fermentato; il che significa che più che al botulismo, bisogna pensare ad altre contaminazioni batteriche, alcune non meno pericolose del botulismo, come lo stafilococco.

Ma non è chiaro perché è terrorizzato: ha mangiato le polpette?



Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore,
intanto la ringrazio per la cortese replica.
Ho effettivamente assaggiato meno di metà polpetta, pescandola dal barattolo e tagliandola con una forchetta, ma so che nel caso del botulino la quantità ingerita non tiene al riparo da nulla.
La mia paura riguardo al botulino è dovuta al fatto che non ho percepito odori particolarmente pungenti, o cambiamenti di colore del cibo, cosa che probabilmente altri batteri provocano.
Il sugo ha una consistenza acquosa, nel barattolo.
La muffa, come detto, io non sono in grado di identificarla, se c'è, ma non credo ci sia, avrebbe probabilmente causato anche odori forti, mentre il barattolo ha un odore non fastidioso e non particolarmente pronunciato.
attualmente ho svariati doloretti in mezzo alle sopracciglia, ai lati della mascella, sulla sommità e sul retro del cranio, ma li sto attribuendo per non andarmene in paranoia, ad un fenomeno tensivo che delle volte essendo ansioso mi attanaglia.
Volevo sapere a questo punto se l'unico modo per sapere se qualcosa mi abbia effettivamente fatto male è aspettare. e quanto.
Ieri in preda al panico avevo persino deciso di recarmi al pronto soccorso con il barattolo di sugo. lucidamente, cose dell'altro mondo.
Ringrazio ancora, e spero in un ulteriore chiarimento.
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Devo dire, a suo favore, che una volta si pensava più alla carne, oggi il botulismo si trova più frequentemente nel prodotti vegetali, come le verdure conservate sott'olio; in ogni caso, si tratta di un evento poco frequente, per fortuna.

In caso di ingestione della tossina botulinica, i sintomi esordiscono nel giro di 6 ore, mediamente fra le 12 e le 36 ore e la terapia consiste nel somministrare un'antitossina, reperibile non in tutti gli ospedali ma comunque reperibile.

I suoi sintomi sembrano più legati al suo stato d'ansia, perché non sono tipici di una paralisi neurale.
D'altra parte, deve anche considerare, per sua tranquillità, che non si tratti dell'unico vasetto preparato da sua mamma, ma che ce ne siano stati altri conservati nello stesso tempo e già consumati; il che fa diminuire ulteriormente la probabilità di botulismo.

Per il futuro, nei casi dubbi, le consiglio di cuocere per almeno 10 minuti a 100° il prodotto contenuto nel vasetto.
[#4] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore, ancora grazie.
a parte il fatto che i fastidi si stanno trasformando in un'emicrania, volevo chiederle: in che situazione devo allarmarmi? so che nel caso di un'intossicazione da botulino è necessario agire precocemente, pertanto visto che come lei mi conferma il rimedio non è di facilissima reperibilità. Vivendo da solo, vorrei capire quali sono i segni che dovrebbero farmi correre al pronto soccorso. So che in alcuni casi può essere necessaria anche una decina di giorni affinchè l'intossicazione si manifesti, è corretto?
devo tenere sott'occhio altri sintomi che possono farmi pensare ad un'intossicazione, NON necessariamente da botulino?
infinite grazie.
[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
con i limiti di un consulto online, mi pare di averle detto tutto quello che si poteva
le consiglio di consultarsi, a questo punto, con il suo medico di famiglia
[#6] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo dottor Corcelli, se ho sbagliato a rivolgerle le mie domande le chiedo scusa; non era mia intenzione e soprattutto vorrei evidenziare invece quanto mi sia stato utile il suo interessamento; la sua ultima replica tuttavia in un giorno di festa nazionale e per un ragazzo che vive lontano da casa da solo, di certo non infonde tranquillità; io continuo ad avere mal di testa, e a quel che sembra nient'altro di rilevante. devo pertanto recarmi al pronto soccorso?
[#7] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
giusto per informare che il mal di testa è passato, ma in compenso ho disfagia e giramento di testa se sto in piedi.
grazie ancora per l'attenzione.